Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

L'alga tossica torna nelle acque baresi: livelli 'molto abbondanti' sulla costa nord

E' quanto emerge dall'ultimo monitoraggio pubblicato dall'Arpa Puglia. Oltre a quella di Giovinazzo, zone ad alto rischio in Puglia sono anche Fasano e Otranto

Fonte Arpa Puglia

L'alga tossica torna a farsi vedere nei mari della provincia barese, complice anche le alte temperature di luglio. La conferma arriva dall'ultimo report dell'Arpa Puglia, riferito alle prime due settimane del mese: una delle tre 'bandiere rosse' è sulla costa di Giovinazzo, per la precisione nell'area dell'Hotel Riva del Sole, dove i livelli di Ostreopsis Ovata sono molto abbondanti (22525 cellule/litro). Discreta la presenza dell'alga tossica invece nel secondo punto della stessa costa (a 200 metri dal Lido Lucciola), mentre nel resto della provincia non si superano mai una quantità definita 'scarsa' (il punto peggiore è il Lido Trullo a Bari con sole 680 cellule/litro).

La situazione in Puglia

Diversa invece la situazione nel resto della Regione. Ci sono infatti altre due zone ad alto rischio, ovvero l'area di Torre Canne di fronte al faro (a Ostuni) e quella di Porto Badisco (vicino Otranto), dove i livelli sono molto abbondanti. Modeste invece le quantità di alga tossica a Manduria (1280 cellule/litro), nel Tarantino, e nella località Apani di Brindisi (2915 cellule/litro). Livelli scarsi o assenti invece nel resto delle aree controllate.

La mappa completa la trovate qui

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'alga tossica torna nelle acque baresi: livelli 'molto abbondanti' sulla costa nord

BariToday è in caricamento