Cronaca Capurso

Alimenti scaduti e avariati, maxi sequestro in un capannone industriale: due denunce

Operazione della Guardia di Finanza. I beni sarebbero finiti sul mercato pugliese

Generi alimentari scaduti o in stato di decomposizione, possibile bottino di furto. Il ritrovamento in un capannone nella zona industriale di Capurso, nel Barese, appartenente ad una ditta che commercializza prodotti alimentari.

I Finanzieri del Gruppo Bari hanno così scoperto che responsabili dell’impresa commerciale rimuovevano dalle confezioni della merce scaduta l’originale etichetta che tracciava l’origine del prodotto, sostituendola con etichette proprie, precostituite con apparati informatici e stampanti che si trovavano all’interno dello stesso magazzino.
Beni alimentari che senza l'intervento della Guardia di Finanza nel capannone, risultato in precarie condizioni igienico-sanitarie, avrebbe portato sul mercato pugliese 18.783 chilogrammi di prodotti tra salumi, formaggi, frutta secca e derivati farinacei, nonché di prodotti ittici sotto sale, provento di un furto a danno di una nota catena di distribuzione, oltre ad altri 2.256 pezzi, tra salumi e formaggi in avanzato stato di deterioramento e decomposizione.

foto1-9-10

L’operazione, che ha visto anche l’intervento di personale del S.I.A.V. - Servizio Igiene e Assistenza Veterinaria dell’Asl di Bari, si è conclusa con il sequestro dell’area commerciale e degli alimenti, nonché di tutta l’attrezzatura utilizzata. I due responsabili dell’impresa sono stati denunziati all’Autorità Giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alimenti scaduti e avariati, maxi sequestro in un capannone industriale: due denunce

BariToday è in caricamento