Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Minaccia via mail, scatta allarme bomba al Tribunale di Bitonto: rientrato dopo le verifiche

A fare scattare l'allerta alcune mail che alludevano alla distruzione dell'aula bunker, inviate agli indirizzi delle cancellerie. L'edificio era stato evacuato in attesa dell'intervento degli artificieri

E' rientrato dopo due ore l'allarme bomba nel Tribunale di Bitonto. A riportare la notizia è l'Ansa. A far scattare l'evacuazione dell'edificio, sarebbero state alcune mail arrivate agli indirizzi istituzionali delle cancellerie dei giudici, che annunciavano un'esplosione del palazzo: "Cristo vi purificherà. La bunker non esisterà più" sarebbe stato, il contenuto del messaggio di posta elettronica giunto nella caselle istituzionali delle cancellerie e dei giudici del Tribunale. I messaggi sono al vaglio della Polizia Postale per individuarne gli autori

Emergenza rientrata alcune ore dopo

Al momento dell'allarme le persone presenti all'interno dell'edificio si erano radunate nel cortile, assieme al procuratore Giuseppe Volpe, giunto sul posto,  in attesa dell'intervento degli artificieri della Polizia con unità cinofile e dei Carabinieri. Le forze dell'ordine hanno bonificato il Tribunale all'interno e all'esterno. Nessun elemento riconducibile a ordigni è stato rinvenuto. Il palazzo, ex sezione distaccata del Tribunale di Bari, è attualmente sede dell’aula bunker e delle udienze della sezione gip-gup. Durante l'allarme, diversi detenuti, presenti nella struttura per via di alcuni processi in corso, erano stati riportati nelle camionette della Polizia penitenziaria e successivamente scortati all'esterno del Tribunale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia via mail, scatta allarme bomba al Tribunale di Bitonto: rientrato dopo le verifiche

BariToday è in caricamento