Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Alpini morti sul Gran Sasso: il vento ostacola il recupero dei corpi

Permangono difficili le attività delle forze impegnate nelle operazioni. I due militari pugliesi, Massimiliano Cassa (di Corato) e Giovanni De Giorgi (di Galatina), sarebbero precipitati da quota 2500 per circa 300 metri

Permangono difficili le operazioni di recupero dei corpi di Massimiliano Cassa e Giovanni De Giorgi, i due giovani alpini pugliesi deceduti sul mentre effettuavano un'escursione sul massiccio del Gran Sasso. L'attività di Forestale, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco e Soccorso Alpino e Speleologico è ritardata dal forte vento che soffia nelle vicinanze della vetta del Corno Grande.  

Le squadre di soccorso sono tornate alla base a piedi, ieri sera, dopo aver assicurato i corpi dei due giovani in barelle ancorate al suolo. I due, rispettivamente originati di Corato e Galatina erano partiti da Campo Imperatore nella mattinata di venerdì. A causa del maltempo sarebbero finiti in una zona con neve ghiacciata scivolando da quota 2500 per circa 300 metri.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alpini morti sul Gran Sasso: il vento ostacola il recupero dei corpi

BariToday è in caricamento