Ad Altamura 1800 positivi al Covid, stretta sulle misure anticontagio: scuole chiuse per due settimane e coprifuoco dalle 19

Ad annunciare le nuove restrizioni, in vigore da martedì 1 dicembre, la sindaca Rosa Melodia: "Costretti a intervenire, è il momento di agire e di farlo insieme"

Stop alle attività didattiche in presenza anche per le scuole del primo ciclo e chiusura dei negozi alle ore 19, con il coprifuoco di fatto anticipato di tre ore (rispetto a quanto fissato a livello nazionale). Ad Altamura la sindaca Rosa Melodia annuncia la stretta sulle misure anticontagio: la nuova ordinanza sarà in vigore da domani, martedì 1 dicembre, per due settimane.

A rendere necessarie le nuove restrizioni, ha spiegato Melodia in una diretta Fb, la situazione dei contagi Covid nella cittadina murgiana: 1800 gli attualmente positivi accertati, un numero cui però vanno aggiunti probabilmente nuovi casi, ad esempio tra i cittadini in attesa di tampone. Dati "in controtendenza" rispetto al trend nazionale - ha sottolineato ancora Melodia - che non possono non suscitare allarme: "Non possiamo più scherzare - ha detto la sindaca che sabato sera, in un'altra diretta Fb, aveva stigmatizzato i comportamenti irresponsabili di tanti cittadini - chiediamo a tutti un momento di sacrificio, di rimanere a casa".

Melodia ha quindi spiegato che, oltre allo stop alle scuole, da martedì la chiusura dei negozi sarà fissata alle 19 (come già accade in altri centri, a cominciare da Bari) e scatterà il coprifuoco, per cui ci si potrà spostare solo con un'autodichiarazione. L'asporto sarà possibile fino alle 19, la consegna a domicilio invece resterà consentita h24. Fino al 6 gennaio, ha annunciato ancora Melodia, saranno sospesi i parcheggi a pagamento nelle strisce blu, "per dare un sollievo economico" alla cittadinanza. 

"Speriamo che con questa azione si riesca a contenere ed abbassare questa curva dei contagi", ha detto la sindaca spiegando di non escludere, se i contagi non dovessero scendere "una prescrizione anagrafica" per i più giovani e i più anziani.

"Sono dispiaciuta per le attività commerciali - ha commentato ancora Melodia - per il fatto di andare ad incidere su diritti costituzionalmente riconosciuti, ma quando sono misure necessarie bisogna prendersi anche la repsonsabilità del dissenso". "Le forze dell'ordine - ha detto ancora la sindaca - saranno dure, già ieri sono state elevate decine di sanzioni", ma l'invito è soprattutto quello, rivolto a tutti i cittadini, ad andare avanti "con la nostra forza di sempre, lavoriamo tutti per poter creare le migliori condizioni per la nostra salute che è la cosa più importante".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Ultimo giorno di zona gialla, da domani la Puglia torna in arancione: cambiano regole e divieti

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Scuola in Puglia, c'è l'ordinanza di Emiliano: superiori in Ddi per un'altra settimana, per elementari e medie resta la scelta alle famiglie

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

  • Un'altra stretta con il nuovo decreto anti Covid: Puglia verso la zona arancione?

Torna su
BariToday è in caricamento