rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Socio sottoposto alla sorveglianza speciale, scatta interdittiva antimafia per un'azienda agricola nel Barese

Il provvedimento eseguito dai carabinieri ad Altamura: la normativa antimafia prevede che soggetti gravati da una simile misura di prevenzione non possono ottenere concessioni di esercizi pubblici, contributi o altre agevolazioni da parte di Stato e altri enti pubblici

I carabinieri del Nucleo Informativo del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a un’informazione antimafia interdittiva, nei confronti di un 40enne di Altamura, rappresentante legale e socio amministratore di un’azienda agricola con sede ad Altamura.

In particolare, il provvedimento è stato emesso dalla Prefettura di Bari poiché il socio dell’azienda agricola era stato sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di polizia con obbligo di soggiorno per due anni, che costituisce elemento ostativo ai fini dell’emissione di una certificazione liberatoria.

Infatti la normativa, prevede, appunto, che soggetti gravati dalla citata misura di prevenzione non possono ottenere concessioni di esercizi pubblici, iscrizioni o provvedimenti a contenuto autorizzatorio e concessorio, o di eventuali contributi, finanziamenti o mutui agevolati, o altre agevolazioni dello stesso tipo da parte dello Stato, da altri enti pubblici o della Comunità europea.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Socio sottoposto alla sorveglianza speciale, scatta interdittiva antimafia per un'azienda agricola nel Barese

BariToday è in caricamento