menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavori in corso nella cava abusiva (e già sequestrata): scattano i sigilli nel parco dell'Alta Murgia

Operazione dei carabinieri forestali ad Altamura: nonostante le autorizzazioni scadute e mai rinnovate da anni, e un primo sequestro, la cava continuava ad essere utilizzata

Nonostante le autorizzazioni ormai scadute nel 2014 e mai rinnovate, e un primo sequestro nel 2016, nella cava abusiva nel cuore dell'Alta Murgia, ad Altamura, le attività estrattive non si erano mai fermate. A far scattare il secondo sequestro sono stati i carabinieri forestali della Stazione “Parco” di Altamura.

Il provvedimento, per una superficie di oltre 56 ettari, è scattato insieme al deferimento alla Procura di Bari, ancora una volta, dell’amministratore della ditta non solo per l’illecita coltivazione della cava, e i conseguenti gravi danni arrecati all’area protetta, ma anche per violazione dei sigilli, trattandosi di area già sottoposta a misura cautelare reale.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Salute

Una proteina prodotta dal nostro organismo è in grado di combattere i tumori al fegato: la scoperta dell’Irccs de Bellis di Castellana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento