menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alternanza scuola-lavoro, studenti contro il Miur: "Tanti i casi di sfruttamento"

L'iniziativa dell'Unione Studenti Puglia per denunciare, con striscioni, volantinaggi e fotopetizioni, le criticità del sistema: "Non esiste alcuno strumento per tutelare i diritti dei ragazzi"

L'alternanza scuola-lavoro? Da occasione formativa a forma di sfruttamento. A denunciare la situazione è l'Unione degli Studenti Puglia, che in questi giorni ha lanciato la campagna “Alternanza-sfruttamento? A scuola #ionofacciopraio”, per portare alla luce i casi di 'uso distorto' di tale percorso formativo.

Striscioni, volantinaggio e fotopetizioni in tante scuole pugliesi e presso gli Uffici Scolastici, e un questionario per invitare ogni studente a raccontare il proprio percorso in alternanza e denunciarne le criticità.

"Il tema dell’alternanza scuola-lavoro - spiegano in una nota i ragazzi dell'Uds Puglia - ha assunto nel corso degli ultimi mesi sempre più centralità: a un anno e mezzo dall’approvazione della Buona Scuola, che ha introdotto l’alternanza obbligatoria per tutti gli indirizzi, sono numerose le criticità di tale progetto. Nel corso delle mobilitazioni autunnali, più volte gli studenti hanno denunciato veri e propri casi di sfruttamento, con percorsi di alternanza durante i quali gli studenti erano utilizzati come manodopera gratuita da enti e aziende, svolgendo mansioni per nulla relative al loro percorso di studi e senza avere dunque alcun ritorno in
termini di formazione".
 
"Oggi in tutta la regione abbiamo avviato una campagna di denuncia e rivendicazioni sull’alternanza scuola-lavoro", dichiara Giulio Gazzaneo, responsabile dell’organizzazione dell’Unione degli Studenti Puglia. "Sono numerosissimi i casi di sfruttamento durante i percorsi di alternanza registrati nella nostra regione, ma ad oggi non esiste alcuno strumento di tutela dei diritti degli studenti. Per questo oggi consegneremo in Puglia e in tutta Italia presso gli Uffici Scolastici una copia dello Statuto degli studenti in alternanza, proposta che il MIUR deve necessariamente adottare e che proponiamo venga inserita anche nella legge regionale su alternanza e apprendistato. Vogliamo diritti e tutele che permettano agli studenti di partecipare a percorsi realmente formativi e non, come troppo spesso accade, ad occasioni di sfruttamento".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento