Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Foggia, all'Amiu il servizio raccolta rifiuti. Emiliano: "Emergenza causata da infiltrazioni mafiose"

L'accordo tra le due città è stato sancito da un'ordinanza regionale siglata oggi a Bari dal presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e dai sindaci di Foggia e del capoluogo pugliese

Sarà l'azienda 'Amiu' del Comune di Bari a gestire il servizio di raccolta rifiuti nella città di Foggia per un periodo che potrà variare dai 12 ai 18 mesi, fino a quando non sarà individuato un nuovo gestore che potrà succedere alle aziende 'Daunia Ambiente' e 'Amica', in seguito al cui fallimento il capoluogo Dauno sta vivendo una grave emergenza ambientale dovuta anche "all'intromissione della criminalità organizzata nel ciclo dei rifiuti". Lo ha detto oggi il sindaco di Bari, Michele Emiliano, nel corso dell'incontro tenuto nel capoluogo pugliese con il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e il sindaco di Foggia, Gianni Mongelli. L'accordo tra le due città è stato sancito infatti da un'ordinanza regionale siglata a Bari dal presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e dai sindaci di Foggia e del capoluogo pugliese. E' stato Emiliano a spiegare che "a Foggia la mafia si respira nell'aria, e per questo prima che la municipalizzata Amiu accettasse questa sfida, abbiamo avuto rassicurazioni dal prefetto e dalle forze dell'ordine: nelle due aziende - ha aggiunto Emiliano - erano diventati quasi tutti 'quadri' e nessuno era più per strada a spazzare. Ma adesso iniziamo una battaglia del cambiamento". Oggi "apriamo un libro nuovo per la nostra città - ha commentato Mongelli - ma non dobbiamo dimenticare il passato perché vanno individuati i responsabili della situazione attuale. Con questa collaborazione leale fra due grandi città - ha aggiunto - siamo riusciti a tenere lontani i privati che potevano speculare su questa emergenza". Il "ciclo della gestione dei rifiuti - ha rilevato Vendola - è particolarmente permeabile agli interessi illeciti che spingono a derive emergenziali". "Ma questa volta - ha concluso Vendola - è stata un'occasione straordinaria di solidarietà tra due pubbliche amministrazioni, e all'emergenza noi abbiamo reagito con una pagina di buona politica e di 'pulizia' in senso molto ampio". Al Comune di Foggia il servizio di raccolta costerà 22 milioni di euro l'anno e dei 350 dipendenti delle due vecchie aziende sarà riassunto solo chi non presenterà impedimenti oggettivi "come condotte - è stato detto - che abbiano potuto contribuire alla attuale emergenza".
(ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia, all'Amiu il servizio raccolta rifiuti. Emiliano: "Emergenza causata da infiltrazioni mafiose"

BariToday è in caricamento