Cronaca Torre a Mare

Torre a Mare, ruspe al lavoro a Lama di Giotta per liberare la strada dai detriti

In mattinata l'intervento dell'Amiu dopo il violento nubifragio di ieri. Sul posto era intervenuto anche il sindaco Decaro. Intanto nel sud-est barese si contano i danni

I mezzi dell'Amiu a Lama Giotta

Ruspe dell'Amiu al lavoro questa mattina a Lama di Giotta, a Torre a Mare, per ripulire la strada da fango e detriti lasciati dall'alluvione di ieri. Quella di Lama Giotta, infatti, è stata una delle zone più colpite dal violento nubifragio che domenica pomeriggio si è abbattuto sul barese ed in particolare sui Comuni del sud-est della provincia.

La lama, che convoglia verso il mare le acque piovane provenienti dalle zone dell'entroterra, si è trasformata in un vero e proprio fiume in piena. Il deflusso delle acque, però, è stato ostacolato dalla presenza di contenitori per i rifiuti posizionati lungo la strada e di alcuni spartitraffico 'dimenticati' nei pressi del lido Azzurro.

VIDEO: LA 'PIENA' DI LAMA GIOTTA

Già ieri sera l'Amiu era intervenuta su segnalazione dei residenti, allarmati dall'enorme quantità d'acqua che ha allagato la strada. Sul posto anche il sindaco Antonio Decaro, impegnato in prima persona a sindaco muletto-2spostare uno spartitraffico che impediva il deflusso delle acque, grazie ad un muletto messo a disposizione da un residente.

Liberata e ripulita anche la statale 16, allagata da un fiume di acqua e detriti nel tratto tra Mola e Torre a Mare e rimasta chiusa al traffico fino a mezzanotte, con enormi disagi per gli automobilisti.

VIDEO: LA STATALE 16 ALLAGATA

Intanto nei Comuni del sud-est barese si contano i danni. Tra le zone più colpite quelle di Putignano, Cellamare, Mola e Turi. Vigili del fuoco e Protezione civile sono intervenuti anche in soccorso dei residenti delle villette ubicate lungo la complanare Mola e Torre a Mare, letteralmente invase dall'acqua, come le campagne circostanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre a Mare, ruspe al lavoro a Lama di Giotta per liberare la strada dai detriti

BariToday è in caricamento