Amtab, un esposto e trecento firme dei lavoratori per chiedere più sicurezza

Dai mezzi obsoleti alle condizioni di alcuni uffici, i dipendenti chiedono interventi urgenti da parte dell'azienda. Il rappresentante delegato Leonardo Laserra: "Problemi che denunciamo da anni. Assenteismo? Giusto punire chi sbaglia, ma i dirigenti devono occuparsi di tutti i problemi dell'azienda"

Un esposto supportato da più di trecento firme, raccolte fra tutti i lavoratori Amtab, per riportare ancora una volta l'attenzione sul tema della sicurezza. "Perchè è giusto occuparsi dell'assenteismo e punire chi sbaglia, ma non si può parlare soltanto di questo. I dirigenti devono occuparsi di affrontare tutti i problemi, e per quanto riguarda rischi e condizioni di lavoro da anni facciamo richieste che non hanno mai ottenuto risposta". A parlare è Leonardo Laserra, rappresentante dei lavoratori Amtab per la sicurezza, che insieme al collega Felice Musciacchia, ha presentato il documento, inviato oltre che a vertici aziendali e sindacati, anche a Comune, Prefettura, Questura, Procura e Vigili del fuoco, e alle sezioni competenti di Asl e carabinieri.

Nell'esposto si fa riferimento a diverse situazioni: dalla questione ben nota di mezzi obsoleti e fatiscenti - spesso guasti e fermi in officina, con conseguenti disagi per gli utenti - a percorsi dei bus e fermate esposta-2 "che - è detto nel documento - mettono spesso l'operatore davanti ad una scelta: trasgredire quelle che sono le norme del Codice della strada, oppure le direttive aziendali". E poi ci sono le aggressioni, purtroppo sempre più frequenti, ai danni di autisti e controllori. Ma la denuncia non riguarda solo chi opera in prima linea. Si fa riferimento, ad esempio, anche alle condizioni non idonee di alcuni luoghi di lavoro, come le officine e alcuni uffici, "ad esempio, quello di via Fornari, in cui tra l'altro viene ricevuto il pubblico", sottolinea Laserra.

La richiesta dei lavoratori, in sostanza, è quella di intervenire in maniera concreta per trovare soluzioni ai problemi denunciati. Anche se non si tratta certo della prima iniziativa in tal senso. "In dieci anni - commenta Laserra - da quando ricopro questo ruolo di rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, i documenti presentati non si contano. Di concreto non si è mai visto nulla. Sono interventi che chiediamo non solo per la nostra sicurezza, ma anche per  quella degli utenti. I cittadini sono sempre più arrabbiati per un servizio che non funziona. Ma gli autisti, a loro volta, sono degli eroi, perchè ogni giorno cercano di garantire un servizio nonostante difficoltà e condizioni di lavoro inadeguate. I vertici aziendali devono farsi carico di tutti i problemi: così come si occupano, giustamente, dell'assenteismo, noi chiediamo che si preoccupino anche della sicurezza di lavoratori e utenti, e di garantire un servizio adeguato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vipera in giardino: come riconoscerla e cosa fare in caso di morso

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Moto si schianta in Tangenziale, donna incinta tra i feriti: trasportata in codice rosso, è grave

  • Raffaele Fitto positivo al Covid-19 con la moglie, l'annuncio: "Tampone dopo contagio di uno stretto collaboratore"

  • Cos'è il ''Bonus tiroide'' e come richiederlo

  • Contagi dopo festa di 18 anni, chiude scuola ad Altamura: "Inconcepibili party per ballare"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento