Cronaca

Amtab, inchiesta sui permessi 104: indagati nove dipendenti

Avrebbero usufruito dei giorni di ferie concessi dalla legge per l'assistenza a parenti malati o disabili per non avendone diritto: l'accusa è di truffa all'Inps

Nove dipendenti dell'Amtab sono stati iscritti nel registro degli indagati nell'ambito di uno dei filoni d'inchiesta relativi alla gestione dell'azienda di trasporto pubblico urbano.

Gli accertamenti, disposti dal pm Francesco Bretone e svolti dai carabinieri di Bari, hanno riguardato presunte irregolarità nella fruizione dei permessi concessi ai sensi della legge 104/92. Le verifiche hanno riguardato in tutto circa 150 dipendenti su 400. I nove dipendenti indagati avrebbero usufruito indebitamente di tali permessi, che prevedono tre giorni di assenza al mese dal lavoro, pur non avendone diritto. L'accusa è di truffa all'Inps.

In un caso, un dipendente avrebbe usufruito dei permessi per assistere il padre malato, nonostante questo fosse ormai deceduto da mesi. In altri casi è stato l'Inps a segnalare che i permessi 104 di cui godevano alcuni dipendenti erano ormai scaduti ma ancora indebitamente utilizzati.

In altri filoni dell'inchiesta è indagato anche l'ex presidente dell'azienda, Tobia Binetti, che si è dimesso nelle scorse settimane dopo aver ricevuto l'avviso di garanzia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amtab, inchiesta sui permessi 104: indagati nove dipendenti

BariToday è in caricamento