Cronaca Murat / Piazza Aldo Moro

Amtab, sit-in dei dipendenti: "I passeggeri hanno ragione, anche noi vittime dei tagli"

In piazza Aldo Moro si protesta contro il cda e la cattiva gestione manageriale: "Si continua a pagare un direttore di esercizio nonostante la filovia non sia mai partita". Decaro incontrerà i sindacati la prossima settimana e promette una ricapitalizzazione di 2 milioni di euro all'anno

"Siamo dalla parte dei passeggeri, anche noi stanchi di una situazione gestionale che fa acqua da tutte le parti". Gli autisti dell’Amtab si raccolgono in un sit-in di protesta davanti alle biglietteria di piazza Aldo Moro per denunciare lo stato della municipalizzata barese, alle prese con un debito di oltre 10 milioni di euro che si riflette sulla qualità di un servizio assai carente, soprattutto sulle linee ordinarie.

A raccogliersi i dipendenti iscritti a Cgil, Cisal e CIldi che hanno distribuito volantini ai passanti e ai tanti passeggeri in attesa dei bus nei pressi delle fermate. Sotto accusa è finito il consiglio d’amministrazione dell’Amtab e il suo intero management. “Hanno ragione i passeggeri a lamentarsi del servizio, ma deve essere chiaro che noi autisti siamo i primi subire le conseguenze di tagli e scelte scellerate”, spiegano i rappresentanti sindacali. Che hanno poi denunciato come, nonostante la situazione di cassa così carente, “si continua a pagare un direttore di esercizio quasi 70mila euro nonostante la filovia non sia mai partita”.
 
Il sindaco Antonio Decaro ha promesso che martedì prossimo riceverà le delegazioni sindacali che hanno organizzato la mobilitazione per approfondire nel merito le questioni e mettere in chiaro “gli sforzi che il Comune sta già facendo per sanare la situazione”. Come dichiarato a BariToday nel corso di una intervista, Decaro ha evidenziato come il Comune sia pronto a ricapitalizzare la municipalizzata dei trasporti con il versamento di 2 milioni di euro all’anno per i prossimi cinque anni, senza dimenticare l’acquisto di sei autobus che avverrà grazie al sostegno della Regione Puglia.

I 2 milioni arriveranno dal bilancio dell’Amgas, che ha chiuso con un bilancio in attivo (quasi 4,5 milioni di euro, ndr). Rimane il problema del rinnovo del parco mezzi, molti dei quali sono in condizioni limite, basti pensare  che il 20 agosto scorso, durante un sopralluogo effettuato da Decaro all’Amtab, su 119 bus che dovevano uscire ne mancavano 26 e in riparazione c’erano 88 mezzi.  Nel corso dell’incontro della prossima settimana è probabile che Decaro affronti con i dipendenti anche il tema delle ricorrenti assenze tra le file del personale. Intanto è in preparazione il bando per il nuovo direttore generale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amtab, sit-in dei dipendenti: "I passeggeri hanno ragione, anche noi vittime dei tagli"

BariToday è in caricamento