Cronaca

Estorsioni ai cantieri, la soddisfazione di ANCE: "Collaborazione con le forze dell'ordine dà i risultati auspicati"

Il presidente dell'Associazione Nazionale Costruttori Edili di Bari e Bat Beppe Fragasso esprime la sua soddisfazione per l'esito dell'indagine che ha condotto all'arresto di 25 persone

E' di questa mattina la notizia dell'arresto di 25 persone legate al clan Parisi nell'ambito di un'inchiesta sulle estorsioni ai cantieri edili.

A tal proposito l'ANCE Bari e BAT (Associazone Nazionale Costruttori Edili) ha espresso la sua soddisfazione per l’operazione condotta dalla Polizia di Stato.

“La fattiva collaborazione avviata da anni con tutte le forze dell’ordine –  ha dichiarato il presidente di ANCE Bari e BAT Beppe Fragasso – e la sensibilizzazione degli imprenditori del sistema ANCE tesa a denunciare qualsiasi tipo di pressione malavitosa, stanno portando ai risultati auspicati. Maggiori saranno i controlli sui cantieri edili, anche quotidiani, e maggiori saranno le possibilità di portare alla luce situazioni di illegalità che danneggiano il mercato e le imprese che, ogni giorno, lavorano con fatica nel rispetto delle leggi. L’associazione è impegnata nel contrastare con fermezza i fenomeni estorsivi e affinché ogni episodio criminoso che si verifica nei cantieri edili possa essere denunciato".

"Siamo e saremo impegnati – conclude Fragasso - al fianco delle imprese associate con un'assistenza legale penale gratuita e con la costituzione di parte civile nei processi che le vedono protagoniste; da tempo, infine, siamo in campo nell’assistere anche le imprese non associate accompagnandole nel rapporto con le forze dell'ordine”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsioni ai cantieri, la soddisfazione di ANCE: "Collaborazione con le forze dell'ordine dà i risultati auspicati"

BariToday è in caricamento