Appena piantati e rubati, ladri fanno razzia di ulivi. L'allarme per i furti nelle campagne: "Raid organizzati"

L'ultimo episodio ad Andria, dove i ladri hanno portato via in una notte cento ulivi appena messi a dimora. L'associazione degli agricoltori: "Necessario incrementare la vigilanza"

L'area in cui erano stati piantati gli ulivi

Non episodi isolati, da parte di ladri 'improvvisati', ma "raid" organizzati da "veri criminali", "capaci di mettere in ginocchio un’azienda, specie se di dimensioni medie o piccole". Coldiretti torna a lanciare l'allarme sul fenomeno dei furti nelle campagne, sempre più frequenti e numerosi. Mezzi agricoli, macchinari, alberi e ovviamente raccolti finiscono nel mirino di chi fa razzia nei campi.

L'ultimo episodio in ordine di tempo, riportato dall'associazione, riguarda un'azienda agricola di Andria. "Questa volta è toccato ad una giovane imprenditrice agricola – denuncia il Delegato Confederale di Coldiretti Bari e BAT, Angelo Corsetti – che aveva appena messo a dimora 100 alberi di ulivo, spariti nel giro di una notte, lasciando solo pali e buche vuote. Uno scenario spettrale per la nostra produttrice olivicola che ha speso soldi, investito per migliorare la sua azienda e si ritrova con un pugno di mosche in mano, costretta a ricominciare a proprie spese. Va messo freno al contesto di grave impunità che scoraggia gli agricoltori anche dal denunciare gli episodi di criminalità di cui sono vittime ed è per questo che abbiamo più volte richiesto l’intervento dell’Esercito, perché il presidio nelle aree rurali divenga più ferreo, auspicando una collaborazione stringente con i Consorzi nella vigilanza delle campagne, senza che venga interrotto il percorso già intrapreso di accorpamento dei Consorzi minori, al fine di incrementare ed ottimizzare il servizio di vigilanza campestre reso all’utenza e un coordinamento delle attività di presidio e vigilanza tra le forze dell’ordine e la Federazione regionale dei Consorzi di Vigilanza campestre che annovera 2 consorzi a Taranto, 1 a Brindisi, 4 a Lecce, 12 a Foggia, 8 nella BAT e 30 a Bari".
 
Coldiretti Puglia già nei mesi scorsi ha chiesto "di accendere i riflettori del Ministero degli Interni sul ‘caso Puglia’ e sui fenomeni di criminalità così frequenti nelle aree rurali", portando la situazione all'attenzione del Ministro Minniti, sollecitato dall’Osservatorio sulla criminalità nell’agricoltura e sul sistema agroalimentare, affinché "sia attivata una cabina di regia con le Prefetture della Puglia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il fenomeno della micro e macro criminalità nelle aree rurali pugliesi – aggiunge Vito Amendolara, Delegato confederale delle articolazioni territoriali di Coldiretti Bari e BAT - è divenuto così pressante e pericoloso per la stessa incolumità degli agricoltori. Ci siamo impegnati a sensibilizzare i coltivatori affinchè presentino regolare denuncia, in modo da aiutare le forze dell’ordine. I furti di olive, rame e mezzi agricoli, taglio di ulivi monumentali per rivendere la legna a pochi spiccioli sono all’ordine del giorno. In questo scenario di strisciante diffusione dell’illegalità e clima di pericolosa incertezza, le aziende corrono il forte rischio di perdere competitività".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

  • Incendio a Valenzano: fiamme nelle vicinanze delle palazzine, avvertite anche delle esplosioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento