Cronaca Catino - San Pio

Anniversario strage di Capaci, Emiliano ricorda Fumarulo: "Compagno nella lotta alle mafie"

Con un post su Facebook il governatore della Regione Puglia ha reso omaggio alla memoria del dirigente regionale, scomparso all'età di 38 anni

Un messaggio in ricordo del magistrato Giovanni Falcone e un pensiero speciale per Stefano Fumarulo, il compianto dirigente regionale scomparso quest'anno. Con un post su Facebook il governatore della Regione Puglia Michele Emiliano ha voluto oggi celebrare non solo il simbolo della lotta alla mafia - nel giorno del 25esimo anniversario della strage in cui persero la vita anche la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della sua scorta -, ma anche una persona a lui cara, deceduto all'età di 38 anni, un "compagno di strada in tutti questi anni nell'impegno per la lotta non repressiva alla criminalità", come scrive il presidente.

ll 23 maggio, infatti, sarebbe stata, come ricorda lo stesso Emiliano, la 'loro giornata', in cui "Stefano mi avrebbe suggerito cose - prosegue - che non abbiamo fatto in tempo a condividere. Adesso chiamerò Tilde Montinaro, suo marito, i suoi figli e parleremo dei nostri cari che tanto ci mancano e parleremo anche di Stefano. In questo giorno lui si occupava del loro dolore e lo faceva senza retorica, senza apparire, senza alcuna speculazione mediatica".

Per il governatore, quindi, da oggi la data odierna sarà celebrata anche in ricordo del dirigente regionale. "Non credo - commenta - che nessuno si dispiacerà per questo. Anche lavorare infaticabilmente per la memoria della morte violenta dei Giusti costituisce quell'eroismo quotidiano che accomuna le generazioni e che alla fine batterà Cosa Nostra e le altre mafie". Un'idea poi rimarcata nel finale del post, dedicato alle vittime della strage di Capaci, tra cui gli uomini della scorta di Falcone (i pugliesi Rocco Dicillo e Antonio Montinaro e Vito Schifani): "Da oggi - conclude Emiliano - camminano sulle nostre gambe non solo le idee delle vittime di Capaci, ma anche quelle di Stefano che per tanti anni ha fatto camminare sulle sue quelle di Giovanni, Francesca, Antonio, Vito e Rocco". 

23-05-17 25°strage via Capaci 1-2LA CERIMONIA A CATINO - In giornata si è tenuta anche la cerimonia di commemorazione della strage di Capaci nel giardino "Peppino Impastato" a Catino, a cui ha partecipato il vicesindaco di Bari, Vincenzo Brandi. All'evento è poi seguita la manifestazione "Palermo chiama Puglia", organizzata dal MIiur - Ufficio scolastico regionale per la Puglia in collaborazione con l'associazione "G.Falcone" di Catino e il Comune di Bari. Durante l'incontro si sono alternate testimonianze e performance degli studenti delle scuole sul tema della legalità. "L'impegno contro tutte le mafie è un dovere quotidiano - ha dichiarato Vincenzo Brandi durante la deposizione della corona - essere qui oggi, testimoniare ai bambini una storia di legalità, impegno civile e amore''

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anniversario strage di Capaci, Emiliano ricorda Fumarulo: "Compagno nella lotta alle mafie"

BariToday è in caricamento