Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Anteas Bari: consegnati 32 dispositivi per il monitoraggio e rilevamento di persone anziane o malate

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Mondo della ricerca e cooperazione sociale insieme, per mettere al servizio degli anziani e dei disabili gli ultimi ritrovati delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Questo, in sintesi, è il biglietto da visita del progetto "Safe Control " che ha come obiettivo quello di impiegare l'Ict (Information and Communication Technology) nell'assistenza domiciliare creando soluzioni, su suggerimento delle cooperative sociali e di coloro che quotidianamente si prendono cura di anziani e non autosufficienti, che migliorino la qualità dei servizi offerti e permettano allo stesso tempo di diminuire sensibilmente la spesa sanitaria a carico della collettività.

Il progetto è stato avviato a Bari dall'Anteas presieduta da Raffaele Caprio ,in partnership con Fondazione con il Sud e BEST srl, con la consegna di 32 dispositivi che permettono di monitorare costantemente le condizioni di salute di persone anziane o malate anche in assenza degli operatori, e di poter richiedere intervento immediato in caso di bisogno. L'apparecchio è collegato ad una centrale operativa alla quale affluiscano diversi satelliti periferici; queste unità periferiche saranno costituite da apparecchi elettronici (smart box) di cui verranno dotati gli anziani beneficiari dell'iniziativa e che saranno in contatto costante con la centrale operativa mediante collegamenti in rete dati.

I soggetti destinatari verranno inoltre dotati di sensori, che si adattino alle diverse patologie di cui soffrono. In questo senso le opportunità sono molteplici: dai sensori per i malati di Alzheimer, che permettono una immediata localizzazione evitando i casi, purtroppo frequenti, di smarrimento del soggetto durante i black-out di memoria, ai sensori di rilevazione del battito cardiaco per le cardiopatie. Sono in programmazione per il prossimo futuro degli "allarmi" personalizzati che ricorderanno al paziente il momento dell'assunzione di medicinali.

L'associazioni Anteas ha individuato le persone e le famiglie a cui destinare gratuitamente il dispositivo. "l'iniziativa - spiega Caprio - rappresenta una valida dimostrazione di come, attraverso un confronto costruttivo tra imprese e sistema della conoscenza, si possa implementare innovazione nei processi e nei prodotti e servizi offerti dalle cooperative, migliorandone l'efficacia e la competitività". Nei giorni scorsi è stato effettuato un corso di formazione per i parenti dei pazienti, uno per gli operatori e volontari della centrale operativa. Nei prossimi giorni è stata programmata l'installazione e la consegna dei box..

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anteas Bari: consegnati 32 dispositivi per il monitoraggio e rilevamento di persone anziane o malate

BariToday è in caricamento