Cronaca Murat / Corso Cavour

"Fatturine" e appalti 'gonfiati' al Petruzzelli, 5 arresti. La Procura: "L'inchiesta va avanti"

Indagini della Digos su presunte mazzette nell'assegnazione di forniture per almeno 8 casi, tra cui 3 balletti. Nel video della polizia le "tangenti" concordate nell'ufficio del direttore amministrativo della Fondazione, Longo

"Fatturine" per la fornitura di servizi di materiale illuminotecnico, pulizia, trasporto e facchinaggio, riguardanti 8 diverse 'vicende' tra cui 3 spettacoli di balletto al Petruzzelli, conteggi "gonfiati" ad arte e con operazioni inesistenti per far lievitare i prezzi delle prestazioni rispetto a quelli abituali, con la differenza in parte "restituita" al direttore amministrativo della Fondazione Lirico Sinfonica, Vito Longo, da ieri ai domiciliari assieme a 4 altre persone nell'ambito dell'inchiesta condotta dal sostituto procuratore della Procura di Bari, Fabio Buquicchio, su presunti appalti 'truccati' all'interno dell'ente. Longo è stato arrestato assieme a tre imprenditori, Nicola Losito, Giacomo Delle Noci e Vito Armenise (titolare della ditta individuale Scav), nonché all'ex responsabile Luci e Fonia del Politeama, Franco Mele, anch'egli imprenditore, rintracciato a Roma: sono accusati a vario titolo di corruzione e turbativa d'asta, con una sesta persona attualmente indagata solo per quest'ultimo reato.

Questa mattina il procuratore di Bari, Giuseppe Volpe, ha convocato una conferenza stampa nel proprio ufficio a cui hanno partecipato anche il procuratore aggiunto Lino Giorgio Bruno e il questore di Bari Antonio De Iesu, per illustrare le indagini e spiegare il meccanismo della presunta corruzione, documentata attraverso intercettazioni e microspie piazzate nell'ufficio di Longo. Nel filmato diffuso dalla polizia si vede il direttore amministrativo interloquire con alcuni degli arrestati, per 'concordare' le somme 'alterate' e, secondo gli inquirenti, date poi al direttore amministrativo. In tutto circa 20mila euro per un periodo di almeno due mesi, dal 29 ottobre al 4 dicembre: "Per sfilare 6.000 euro dall'operazione abbiamo buttato sangue!" afferma una delle persone immortalate nel filmato mentre discute alla scrivania assieme a un altro uomo e Longo. Il procuratore Volpe ha spiegato la celerità delle indagini e dell'intervento della Magistratura: "Abbiamo accertato l'esistenza di un sistema e se la verifica in meno di due mesi ha dato questi risultati c'era timore che il sistema potesse produrre ulteriori effetti perversi. Siamo intervenuti in tempi rapidi - ha spiegato ai giornalisti -. Le fatture venivano gonfiate rispetto ai prezzi pagati per le prestazioni fornite. La differenza consentiva di restituire denaro al signor Longo. Ognuna delle persone sottoposte a misura cautelare era interessato alla fornitura di servizi di vario genere. Stiamo approfondendo le indagini soprattutto per ricostruire la vicenda nel tempo e capire se ci sono state dazioni di danaro di altro tipo in relazione ad altri contatti".

IL VIDEO: LE 'MAZZETTE' CONCORDATE NELL'UFFICIO DEL DIRETTORE AMMINISTRATIVO

Per i magistrati, i soggetti che orbitavano attorno a Longo sarebbero stati sempre gli stessi, a volte alternandosi nella titolarità delle aziende di riferimento, anche tra marito e moglie. Le indagini sono partite alcuni mesi fa, dopo che a febbraio venne depositata in Procura una denuncia da parte di una persona che sarebbe stata diffamata da alcuni articoli giornalistici che lo vedevano coinvolto in irregolarità all'interno della Fondazione: "L'inchiesta - prosegue Volpe - è andata avanti anche per il contributo importante fornito dal presidente dell'Ente Lirico Sinfonico, Gianrico Carofiglio e del sovrintendente Biscardi che hanno consentito la verifica di documenti utili". Le indagini, intanto, continueranno, per verificare se vi siano altri episodi 'sospetti' negli appalti aggiudicati precedentemente. Volpe, comunque,è convinto dell'integrità della Fondazione: "Non vi sono problemi se non per questo personale che abbiamo cercato di individuare e colpire. L'Ente propone spettacoli di livello e come cittadini dovremmo essere orgogliosi e fieri". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fatturine" e appalti 'gonfiati' al Petruzzelli, 5 arresti. La Procura: "L'inchiesta va avanti"

BariToday è in caricamento