menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il centro vaccinale territoriale di Modugno

Il centro vaccinale territoriale di Modugno

"Centri vaccinali pronti, ma mai attivati perché mancano le dosi": la denuncia di tre sindaci nel Barese

Un documento congiunto a firma dei primi cittadini di Modugno, Bitetto e Bitritto, lancia l'allarme riguardante anche la mancanza di vaccini per pazienti fragili e ultraottantenni

I centri vaccinali sono pronti, ma mancano i vaccini. Una situazione paradossale, quella denunciata dai sindaci di Bitetto, Modugno e Bitritto, in un documento congiunto firmato appunto da Fiorenza Pascazio, Nicola Bonasia e Giuseppe Giulitto, con relativi medici fiduciari. 

Nella nota, i primi cittadini spiegano di essersi prontamente attivati all'attivazione dei punti vaccinali territoriali negli spazi comunali, individuati allo scopo dopo l'autorizzazione da parte della Direzione generale dell'Asl Bari. Questo perché erano "consapevoli delle difficoltà nell'approvvigionamento dei vaccini, ma altrettanto convinti dell'importanza dei principi di prossimità e vicinanza delle cure mediche e della somministrazione stessa dei vaccini" si legge. 

Però, come confermano, i centri non sono mai stati attivati per la mancanza delle dosi, anche per i medici di medicina generale che seguono pazienti fragili e ultraottantenni, "che per primi avrebbero dovuto garantire contro i rischi del contagio" spiegano. E chiedonon il perché non si possa dare risposte valide a concittadini e pazienti, "mentre negli hub vaccinali persone più giovani vengono quotidianamente e spesso vaccinate con Pfizer e Moderna". La nota si chiude con la richiesta di non vanificare gli sforzi fatti e di dare risposte concrete sull'approvvigionamento dei vaccini per l'effettiva attivazione dei punti vaccinali territoriali nei tre comuni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento