menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'area della Fibronit, dove sorgerà il parco della Rinascita

L'area della Fibronit, dove sorgerà il parco della Rinascita

Dal parco della rinascita al waterfront di San Cataldo: ecco le opere pubbliche finanziate fino al 2020

La Giunta ha approvato in mattinata il Piano triennale, finanziato con un miliardo e 260 milioni di euro totali. I lavori interesseranno anche l'illuminazione e la videosorveglianza di piazze e giardini

Un miliardo e 260 milioni di euro in tre anni (160 milioni nel 2018, 494 milioni nel 2019 e 597 milioni di euro nel 2020) per i lavori che daranno un nuovo volto alla città. È stato approvato stamattina in Giunta il Piano triennale delle opere pubbliche, che sarà sottoposto nei prossimi giorni alla discussione in Consiglio per la successiva approvazione. 

Le opere finanziate

Le opere che saranno finanziate dal Piano si rifanno a diversi ambiti, suddivisi nelle singole annualità. Nel 2018 saranno interessati i giardini e il verde pubblico: i finanziamenti andranno a coprire i lavori per il parco ex Rossani Fuksas, il parco area ex Gasometro, il giardino Peppino Impastato a Catino, il giardino via Ricchioni al San Paolo, la riqualificazione di piazzetta dei Papi, la riqualificazione di largo Giordano Bruno, l'accesso al fossato del Castello svevo, il giardino e lo skate park di via Madre Teresa di Calcutta, la riqualificazione del giardino don Vito Marotta a Loseto, l'accordo quadro per la riparazione di giochi in piazze e giardini esistenti (per la seconda annualità) e il nuovo accordo quadro giochi e attrezzi per piazze e giardini esistenti. 

Nel 2017 il Comune di Bari è stato beneficiario di un finanziamento di 18 milioni di euro nell’ambito del Piano periferie, finanziato dal Governo. Nel 2018 sono state così inserite le opere di riqualificazione - previste nei quartieri Libertà e San Paolo - di piazza Redentore, piazza Disfida di Barletta, via Dante, corso Mazzini - via Ettore Fieramosca, l'ex Gasometro, le aree pedonali e greening urbano al San Paolo. 

Nel 2019 tra le opere pubbliche più importanti sul fronte dello spazio pubblico ci sono il parco Mazzini a Torre a mare, il parco della Rinascita - ex Fibronit e piazza Umberto. Tra i lavori relativi all'illuminazione e videosorveglianza ci sono invece l'acquisto di 100 nuove telecamere, la nuova illuminazione di via Concilio Vaticano II, piazzetta dei Papi, viale De Laurentis, viale Kennedy, piazza Risorgimento, strada Tesoro, corso Italia, villaggio Trieste, pineta San Francesco, parco Giovanni Paolo II e parco 2 Giugno. In quasi tutte le aree saranno installate anche nuove telecamere.

Le nuove gare

Lo scorso anno per la prima volta nel piano triennale è stata inserita una posta per finanziare uno specifico fondo di progettazione (oltre 2 milioni di euro) che ha permesso al Comune in questo anno di attivare circa 30 progettazioni che ora possono diventare gare e quindi cantieri. Tra questi vi sono il Biciplan, il concorso di progettazione del waterfront Santa Scolastica, del Molo Sant’Antonio e del Molo San Nicola, il nuovo stadio del rugby in località Catino, il recupero del bene confiscato alla mafia in via Chiancone, la sistemazione dell'ex Centrale del latte e il  piano di riqualificazione del waterfront di San Cataldo con la realizzazione di spiagge e del giardino San Cataldo (zona Faro).

“Il filo conduttore di questo piano triennale, soprattutto nell’annualità 2018, è legato allo spazio pubblico e alla qualità della vita in tutti i quartieri - spiega l’assessore al ramo Giuseppe Galasso -. Si tratta in alcuni casi di lavori, in altri di servizi importanti che intendono migliorare non solo lo stato dei luoghi ma anche la fruibilità degli stessi, penso ai nuovi spazi verdi ma anche ai progetti per la nuova illuminazione e ai sistemi di videosorveglianza su strade, piazze e giardini già esistenti. Tutti gli interventi sono stati condivisi con i Municipi nell’ambito dei lavori per la redazione del Patto dei Municipi che, per la prima volta, ci ha visti impegnati in una pianificazione realmente condivisa con i nuovi enti decentrati".

Grande attenzione, come spiega lo stesso assessore, è stata riservata al verde: solo nel 2018 sono previsti ben 11 interventi su parchi e giardini oltre alle infrastrutture per lo sport all’aperto, 13 playground per 2 milioni di euro, e all’impegno mantenuto per il 2017 dell’acquisto di 10.000 nuovi alberi. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento