Cronaca

Giovane arbitro aggredito dopo la gara, le reazioni: "Servono punizioni esemplari"

Il presidente della sezione arbitrale di Bari, Nicola Flavia, annuncia la denuncia penale. Il sottosegretario Giorgietti: "Intollerabile, serve un cambio di passo"

Dalla denuncia penale annunciata dalla sezione barese dell'Associazione Italiana Arbitri, alle "punizioni esemplari" invocate dal sottosegretario alla presidenza con delega allo Sport, Giancarlo Giorgetti. Non mancano le reazioni e i commenti al grave episodio verificatosi sabato sera a Bari, con l'aggressione subita da un arbitro 19enne dopo una partita del campionati Allievi giocata sul campo dell'ex Montagnola a Japigia.

"Confidiamo nel rigore della giustizia sportiva affinché tutti i colpevoli, nessuno escluso, vengano sanzionati in maniera adeguata e senza sconti", ha affermato il presidente dell'Aia Bari, Nicola Flavia. "Di intesa con il presidente nazionale Marcello Nicchi procederemo per via penale affinché tesserati e non vengano assicurati alla giustizia e tenuti lontano dal mondo del calcio, che non fa per loro".

"Quest'ennesimo episodio di violenza, un'altra inaccettabile aggressione a calci e pugni ai danni di un giovane arbitro mi dice che la misura è colma - ha commentato il segretario Giorgetti - Serve un cambio di passo, un'educazione e una cultura del sapere accettare nella sfida sportiva anche la sconfitta, ma servono anche nuove regole per disincentivare simili comportamenti e per questo da uomo delle istituzioni mi impegno a confrontarmi già domani con il presidente della Figc Gravina perché, oltre alle conseguenze penali, bisogna introdurre punizioni esemplari in questi casi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane arbitro aggredito dopo la gara, le reazioni: "Servono punizioni esemplari"

BariToday è in caricamento