rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Arcigay: un eterosessuale nuovo presidente del comitato provinciale

E' stata accolta da reazioni contrastanti la nomina di un eterosessuale a capo dell'Arcigay di Bari. Francesco Brollo, 37 anni, laureato in regia e insegnante di cinema, è stato eletto dal terzo congresso provinciale

Il terzo congresso provinciale dell'Arcigay di Bari ha eletto come nuovo presidente Francesco Brollo, 37 anni, laureato in regia e insegnante di cinema nelle scuole, eterosessuale dichiarato con una compagna e una bambina di quattro anni. Una scelta che, seppure apertamente appoggiata da un gruppo interno al comitato, ha suscitato reazioni contrastanti e anche qualche polemica nella comunità gay.

L'elezione di Brollo è stata fortemente sostenuta dal nocciolo fondativo dell'associazione che si aggrega intorno a Enrico Fusco, in passato a sua volta presidente di Arcigay. Ma il fatto di affidare l'incarico ad un presidente eterosessuale è stata letta da alcuni rappresentanti della comunità omosessuale come una provocazione. L'opposizione interna potrebbe chiedere addirittura il commissariamento e per ora punta almeno sul riconteggio dei voti. Si è anche parlato dell'inacapacità del nuovo presidnete di rappresentare gli interessi dei gay, non essendo in grado di immedesimarsi nella loro condizione e nelle difficoltà vissute quotidianamente.

Ma Francesco Brollo non sembra spaventato dal nuovo incarico, e per rispondere a chi ha sollevato dubbi sulla bontà della sua nomina, cita Napolitano: "Il presidente della Repubblica ha affermato che i diritti delle persone omo e transessuali non riguardano solo loro, ma riguardano tutti noi: sarà questa la linea del mio mandato, affinché il legislatore attui il principio di uguaglianza e cessino le discriminazioni per l'orientamento sessuale, il genere o il colore della pelle".


Ma l'elezione di Brollo ha anche sucitato reazioni positive. Si è detta molto soddisfatta, ad esempio, l'onorevole Paola Concia, deputata Pd eletta in Puglia ed esponente di Arcilesbica, per la quale la nomina di Brollo rappresenta un evento storico, poiché coinvolgere gli eterosessuali nelle battaglie della comunità gay è un presupposto fondamentale affinchè nella società si sviluppi una nuova sensibilità verso i diritti degli omosessuali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arcigay: un eterosessuale nuovo presidente del comitato provinciale

BariToday è in caricamento