Cronaca

Villette su resti neolitici a Palese, il Comune: "Per ora nessun nulla osta"

L'assessore all'Urbanistica Tedesco fa il punto sulla situazione dell'area interessata da scavi nel 2012: "Effettuati sondaggi archeologici. Di tutto si occuperanno gli uffici comunali". L'Ecomuseo Urbano del Nordbarese: "Non ci fermiamo qui, chiediamo assemblea con istituzioni"

L'area prima degli scavi del 2012

"Al momento il Comune non ha rilasciato l'autorizzazione a costruire poiché non vi è ancora il nulla osta della Soprintendenza ai Beni Archelogici, essendo la pratica ancora in istruttoria". L'assessore all'Urbanistica del Comune di Bari, Carla Tedesco, fa il punto sulla vicenda dell'area denominata 'Titolo' di Palese, 1 ettaro circa di appezzamento tra le strade del quartiere, dove, a seguito di alcuni scavi effettuati nel 2012, sono venuti alla luce resti archeologici dell'epoca neolitica di un periodo compreso tra il VI e l'IV secolo A.C. Sull terreno, però, sarebbe prevista la costruzione di un complesso di villette a schiera che rischierebbe di cancellare le preziose testimonianze storiche.

Da qui l'impegno dei promotori dell'Ecomuseo urbano del Nordbarese che, nei giorni scorsi, hanno inviato una lettera al ministro Franceschini. alle alle istituzioni locali e alla Soprintendenza per chiedere chiarimenti: "Il presidente del V Municipio (Nicola Moretti, ndr), ha segnalato la mobilitazione dei cittadini e l'interrogazione del M5S - spiega Tedesco - quindi gli uffici che rilevato che stata fatta una richiesta di titolo edilizio e chiesto anche il nulla osta della Soprintendenza non ancora arrivato. Nei mesi scorsi sono stati fatti dei sondaggi archeologici. Di tutto si occuperanno gli uffici comunali. Comunque - conclude Tedesco - qualsiasi azione che va nella valorizzazione del patrimonio archeologico è positiva. Se c'è un vincolo è opportuno valorizzare l'area dal punto di vista turistico e del territorio".

Il presidente dell'Ecomuseo Urbano del Nordbarese intende proseguire nel confronto pubblico: "Prendiamo atto della prima risposta - ha affermato - dopo mesi di silenzio e attesa. La mia lettera non polemica tendeva a chiedere chiarimenti che sono giunti. Noi non ci fermiamo qui perché la cittadinanza sta prendendo coscienza di un ritrovamento importantissimo. E' più che opportuno innalzare il livello di attenzione e coinvolgere tutti in un'azione di partecipazione dinamica. Credo che sarà opportuno - preannuncia - promuovere un'assemblea cittadina, invitando assessore e sovrintendente per continuare nel solco di una progettualità territoriale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villette su resti neolitici a Palese, il Comune: "Per ora nessun nulla osta"

BariToday è in caricamento