Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Armi, munizioni e auto rubate, blitz dei carabinieri a Corato: due arresti

In manette un 38enne del posto e un 45enne biscegliese. Le armi e le vetture rubate erano custodite in tre box ubicati all'interno di un parcheggio privato

Armi, munizioni, auto rubate. Ma anche arnesi da scasso, un giubbotto antiproiettile, un apparecchio inibitore di frequenze satellitari e quattro radio ricetrasmittenti. Tutto accuratamente custodito in tre box ubicati all'interno di un parcheggio privato alla periferia di Corato. A scoprire il deposito clandestino i carabinieri della Compagnia di Trani, che hanno arrestato i due proprietari dei locali: il biscegliese 45enne A. E., già noto alle forze dell’ordine e sorvegliato speciale di P.S. con obbligo di soggiorno, il coratino 38enne M. N., anch'egli già noto alle forze dell’ordine.

I due sono stati sorpresi dai carabinieri mentre a bordo di due autovetture di grossa cilindrata, si accingevano ad entrare nel parcheggio. All'interno di uno dei tre box risultati in uso ai due malviventi, i carabinieri hanno rinvenuto un’Audi S4 con targa contraffatta, risultata oggetto di una rapina a mano armata avvenuta a Modugno nel settembre 2010. Sul sedile posteriore dell'auto era custodito un fucile calibro 12 con canne e calcio mozzati, nel cruscotto lato passeggero una pistola calibro 9 con caricatore e 7 relative cartucce, nonché 12 cartucce calibro 12, mentre nel cofano posteriore si trovava un giubbotto antiproiettile ed un lampeggiante di colore blu come usato dalle forze di polizia. L'auto inoltre era anche dotata di una lamiera in acciaio fissata dietro i sedili posteriori, un’altra a scomparsa per coprire il vetro posteriore ed una terza ancora nel cofano posteriore.

In un secondo box i militari hanno invece sequestrato un inibitore di frequenze satellitari, mentre in un terzo garage sono state rinvenute quattro radio ricetrasmittenti. La stessa perquisizione ha permesso inoltre di sequestrare somma contante di 4mila euro, documenti di identità contraffatti, materiale da scasso, altre due auto: una Toyota Rav 4 rubata ad Altamura nel settembre 2012 e un'alfa romeo 156 falsamente intestata al 45enne.

Tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato, mentre i due uomini sono stati arrestati e condotti nel carcere di Trani. Dovranno rispondere di concorso in detenzione di armi da fuoco, alterazione e ricettazione delle stesse, ricettazione di auto rubate, installazioni di apparecchiature atte ad intercettare o impedire comunicazioni telefoniche.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armi, munizioni e auto rubate, blitz dei carabinieri a Corato: due arresti

BariToday è in caricamento