menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Traffico rifiuti Campania-Puglia, in manette funzionario Arpa: "corruzione" per bonifica terreno vicino Fibronit

Arresti anche nel Barese nell'ambito dell'inchiesta condotta dalla Dda. L'episodio riguardante l'area nel quartiere Japigia di Bari risalirebbe al 2014

La Dda di Bari ha emesso 19 ordinanze di custodia cautelare nell'ambito di un'inchiesta per un presunto traffico illecito di rifiuti dalla Campania alla provincia di Foggia: tra le persone in manette c'è anche Domenico Gramegna, funzionario dell'Arpa Puglia (finito ai domiciliari), al quale è contestato il reato di falso e deve rispondere anche di due presunti episodi di corruzione risalenti al 2014, uno relativo a una ispezione eseguita nell'azienda di compostaggio Lufa Service di San Severo (Foggia), l'altro riguardante la bonifica di un terreno adiacente all'area dell'ex fabbrica Fibronit in via Caldarola, nel quartiere Japigia di Bari. Gramegna, per gli inquirenti, avrebbe ottenuto nel primo caso una tangente da 5mila euro, nel secondo l'assunzione del figlio. L’indagine di Polizia, Guardia di Finanza e Corpo Forestale dello Stato, è coordinata dai pm della Dda di Bari Giuseppe Gatti, Lidia Giorgio e Renato Nitti, e vede coinvolti in totale 46 indagati, tra i quali 42 persone fisiche e 4 società. Le ordinanze, nel Barese, sono state eseguite, oltre che ne capoluogo, a Modugno, Mola e Gravina,

Maggiori dettagli su FoggiaToday

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento