menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In cella per una rapina commessa dal sosia: incontra in carcere il vero autore che lo scagiona

L'uomo era detenuto da cinque mesi con l'accusa di essere l'autore di un colpo da 20mila euro: ma in carcere ha incontrato il vero autore della rapina, che ha confessato facendolo scarcerare

Era in carcere per una rapina che in realtà non avrebbe mai commesso, ma che gli era stata imputata a causa di una incredibile somiglianza con il vero autore del colpo. Nel penitenziario, però, i due si sono incontrati, e il vero responsabile della rapina ha deciso di confessare, scagionando e facendo scarcerare il 'sosia'.

E' la vicenda giudiziaria di un pregiudicato 46enne di Bitonto, Vincenzo Mundo, in carcere da cinque mesi perchè accusato di una rapina avvenuta in una gioielleria di Sannicandro nel marzo 2016. Un colpo da circa 20mila euro, commesso da tre persone, due delle quali a volto coperto. A settembre il 46enne viene arrestato con l'accusa di essere uno degli autori del colpo, ovvero l'unico a volto scoperto, immortalato dalle telecamere di videosorveglianza. In carcere, però, il 46enne incontra per caso il 45enne Riccardo Corsini, detenuto per un'altra rapina. La somiglianza tra i due è tale che gli altri detenuti li scambiano per gemelli. 

L'incontro, però, avrebbe smosso qualcosa nel vero autore di quella rapina, Corsini, che "colto dal rimorso" nel vedere "un innocente padre di famiglia" accusato di un colpo che non aveva commessa, ha deciso di confessare, scagionando il 'sosia' 46enne.

I due 'sosia' sono così comparsi in tribunale, davanti ai giudici chiamati a giudicare la vittima del presunto errore giudiziario. Il pm in apertura di udienza ha chiesto il proscioglimento  e l'immediata scarcerazione di Mundo, difeso dagli avvocati Nicola Quaranta e Massimo Roberto Chiusolo. I giudici hanno accolto la richiesta di immediata scarcerazione, ma hanno comunque disposto una perizia antropometrica, rinviando al prossimo 9 febbraio per l'affidamento dell'incarico al perito.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento