rotate-mobile
Sabato, 25 Marzo 2023
Cronaca

Baresi come nei film: compagna di un detenuto prova a introdurre droga e telefonini in carcere col drone, ma precipita nel cortile

Il tentativo nel carcere di Taranto. Entrambi sono stati arrestati per detenzione ai fini di sostanze stupefacenti. Il drone è precipitato nel cortile della casa circondariale

Sono ritenuti entrambi responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un 32enne pluripregiudicato barese attualmente detenuto nel carcere di Terni e la sua convivente 31enne ai quali la Squadra Mobile di Taranto, in collaborazione con la polizia penitenziaria e con il coordinamento della Procura della Repubblica, ha notificato l'avviso di conclusione delle indagini relative al tentativo della donna di lui di consegnare, con un drone, droga e telefonini all'interno del carcere del capoluogo jonico.

Le indagini della Mobile di Taranto erano scattate nell'ottobre scorso dopo che, all'interno della casa circondariale del posto, era stato trovato un drone che trasportava 280 grammi di hashish, 2,5 di cocaina e due telefoni cellulari di piccole dimensioni.

E' stato accertato che ad azionare il drone era stata una donna, poi risultata la compagna del pregiudicato che in quei mesi era ristretto in quel mandamentale. La 31enne, nel tentativo di rendere invisibile il drone, da un terreno circostante aveva disattivato i sensori ottici lampeggianti, non accorgendosi però della presenza di un filo di nylon utilizzato per stendere la biancheria e che, quindi, ha provocato la cadute del drone nel cortile

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baresi come nei film: compagna di un detenuto prova a introdurre droga e telefonini in carcere col drone, ma precipita nel cortile

BariToday è in caricamento