Cronaca

Arresti De Benedictis e Chiarello: presentate istanze del Riesame per chiedere la scarcerazione dell'ex gip e dell'avvocato penalista

Erano stati arrestati il 24 aprile nell’ambito di una indagine dell Dda di Lecce su presunti episodi di corruzione in atti giudiziari relativi a mazzette intascate dal giudice in cambio della scarcerazione di alcuni clienti del legale

Come riporta l’Ansa i difensori legali di Giuseppe Benedictis e Giancarlo Chiarello, rispettivamente ex gip di Bari e avvocato penalista, hanno depositato istanze di Riesame per chiedere la scarcerazione di entrambi.

Erano stati arrestati il 24 aprile nell’ambito di una indagine dell Dda di Lecce su presunti episodi di corruzione in atti giudiziari relativi a mazzette intascate dal giudice in cambio della scarcerazione di alcuni clienti del legale.

Le istanze si fondano sulla asserita cessazione delle esigenze cautelari.

Nel caso dell'ex giudice, detenuto nel penitenziario di Lecce, gli elementi a supporto della richiesta di revoca della detenzione in carcere sono le dimissioni dalla magistratura e la confessione resa durante l'interrogatorio.

I difensori, gli avvocati Saverio Ingraffia e Gianfranco Schirone, stanno comunque ancora valutando se coltivare fino in fondo la richiesta di Riesame.

Per Chiariello, detenuto nel carcere di Altamura, gli avvocati Raffaele Quarta e Andrea Sambati sosterranno che sono venute meno le esigenze cautelari sulla base della richiesta di cancellazione dall'albo degli avvocati avanzata dal penalista arrestato, lo stato di incensuratezza e la confessione fatta durante l'interrogatorio di garanzia.

Con le istanze di Riesame, inoltre, le difese avranno accesso nei prossimi giorni a tutti gli atti giudiziari posti a fondamento della richiesta cautelare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresti De Benedictis e Chiarello: presentate istanze del Riesame per chiedere la scarcerazione dell'ex gip e dell'avvocato penalista

BariToday è in caricamento