Fermati in centro con addosso droga, in casa nascondevano anche munizioni: in manette due 20enni

Il controllo dei carabinieri nella nottata del 10 ottobre ha portato i due giovani agli arresti con l'accusa, in concorso, di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di munizionamento

Finiscono in arresto due 20enni baresi, fermati dai carabinieri del nucleo Radiomobile nella nottata del 10 ottobre con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di munizionamento. Il controllo dei militari è avvenuto in via Principe Amedeo, nel centro del capoluogo: C.V e M.D sono stati trovati in possesso, rispettivamente, di 215 euro e 30 involucri di marijuana, per un peso complessivo di 35 grammi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri hanno poi esteso la perquisizione nell'abitazione del primo fermato, trovando altri 250 involucri di marijuana - per un peso complessivo di 290 grammi - materiale per il confezionamento, bilancini elettronici di precisione, e 52 cartucce calibro 7,65, illegalmente detenute. Materiale successivamente sequestrato. I due sono ora ai domiciliari in attesa di giudizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Barese, ragazzino di 12 anni muore soffocato da una mozzarella

  • Traffico di droga, blitz dei carabinieri nel Barese: smantellata banda, undici arresti

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Giovane assalita da gruppetto di ragazze per le strade dell'Umbertino: "Erano quindici contro una"

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Fiumi di droga nel Barese, il capo gestiva il sistema dal carcere: acquirenti 'attesi' nella palazzina in centro a Mola

Torna su
BariToday è in caricamento