Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Portafogli rubato, tentato furto in abitazione e aggressione in 48 ore: per un 32enne scatta l'arresto

L'uomo è destinatario di una misura cautelare per i reati compiuti a giugno scorso. Secondo gli inquirenti l'aggressione sarebbe avvenuta per il rifiuto a una richiesta di denaro

Furto in abitazione, tentato furto, estorsione e lesioni personali; tutto in due giorni. Singolare episodio criminoso quello che ha portato all'arresto di un 32enne a Bitonto, attualmente in custodia cautelare in carcere su disposizione del gip del Tribunale di Bari.

Gli episodi contestati dalla procura sono avvenuti lo scorso giugno: l'uomo aveva prima rubato un portafogli a un amico nei pressi della sua abitazione, approfittando di un momento di distrazione. Il giorno successivo aveva provato a introdursi in casa dei vicini da una finestra, ma era stato scoperto ed era fuggito, permettendo anche ai poliziotti intervenuti di recuperare il portafogli precedentemente sottratto. E non è finita qui: il 32enne è poi tornato dalla vittima, chiedendo denaro, per poi aggredirlo una volta ottenuto un rifiuto.

Con il nuovo intervento della polizia, partiva un'attività di indagine per ottenere gli elementi necessari a bloccare l'uomo dal commettere nuovi reati, come avvenuto poi diversi mesi dopo con la misura della custodia cautelare. L'uomo è stato quindi preso dalla sua abitazione e portato nell'istituto penitenziario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portafogli rubato, tentato furto in abitazione e aggressione in 48 ore: per un 32enne scatta l'arresto

BariToday è in caricamento