menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Riciclaggio, falso e traffico d'influenze: arrestato a Bari ex ufficiale dell'intelligence rumena

La Squadra Mobile di Bari aveva avviato le ricerche di Daniel Dragomir e dei suoi complici già nello scorso giugno su indicazione del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato

La Polizia ha arrestato a Bari Daniel Dragomir, cittadino rumeno colpito da Mandato di Arresto Europeo ai fini di estradizione e consegna emesso dal Tribunale di Bucarest. L’uomo, ex Ufficiale del Servizio di Intelligence della Romania, è ritenuto dalle Autorità rumene responsabile dei reati riciclaggio di denaro, falso in atto pubblico e traffico di influenze illecite unitamente ad altri connazionali con i quali, per evitare l’arresto nel proprio Paese, aveva fatto perdere le proprie tracce.

La Squadra Mobile di Bari aveva avviato le ricerche di Dragomir e dei suoi complici già nello scorso giugno su indicazione del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato che ha curato il coordinamento di varie Squadre Mobili su tutto il territorio nazionale.

A luglio furono arrestati Alina Mihaela Bica, ex Procuratore Capo della magistratura rumena, e Ioan Bene, già noto alle Forze di Polizia italiane per i reati di riciclaggio, autoriciclaggio e truffa. La donna aveva trovato rifugio da un suo connazionale ad Altamura mentre Bene era stato bloccato in una lussuosa villa a Palese. Proseguono le ricerche sul territorio nazionale per rintracciare altri complici. L'operazione è stata resa possibile grazie alla condivisione delle informazioni della Divisione S.I.Re.N.E. del Servizio Cooperazione Internazionale di Polizia.

(Immagine di repertorio)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento