Girava per il San Paolo con 11 stecche di hashish, in manette 31enne pregiudicato: "Aiutato dagli amici del circolo ricreativo"

Il fatto è avvenuto nel pomeriggio di ieri in via Mantova. Alla vista degli agenti ha nascosto la droga, per poi chiamare in suo soccorso alcune persone del vicino circolo ricreativo 'Bulldog Bari'

 Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza e minacce a pubblico ufficiale. Diverse le accuse contestate a Gianluca Di Tanno, il pregiudicato barese 31enne - già sottoposto a un Daspo - che ieri pomeriggio è finito agli arresti.

Tutto è partito da un controllo di Polizia nella zona di via Mantova, al San Paolo, dove l'uomo sia aggirava con fare sospetto. Alla vista degli agenti ha provato a sbarazzarsi di 11 piccole stecche di hashish, lanciandole sotto alcune auto parcheggiate nelle vicinanze.

Il doppio tentativo di fuga e il supporto degli ultras

Fermato dagli agenti nonostante il tentativo di fuga, l'uomo ha tentato di attirare l'attenzione di alcune persone all'interno di un circolo ricreativo, appartenente al gruppo ultras 'Bulldog Bari'. Queste sono uscite e hanno tentato, secondo quando riportato dalla Polizia, di ostacolare la cattura del pregiudicato, parandosi tra quest'ultimo e gli agenti, con il pretesto di volerlo riportare alla calma.

Nel mentre l'uomo ha minacciato di morte gli agenti, tentando poi una seconda volta la fuga, mentre alcuni dei presenti chiudevano frettolosamente il circolo ricreativo e si dileguavano. Di Tanno è stato però fermato nuovamente e arrestato, anche grazie al supporto di una seconda volante giunta sul posto. Dalla successiva perquisizione, i poliziotti hanno sequestrato 15 euro, ritenuto provento dell’attività di spaccio, e il suo telefono cellulare.

Il 31enne è stato quindi sottoposto agli arresti domiciliari, mentre proseguono le indagini per identificare le persone che lo hanno assistito nel tentativo di fuga.

Gli altri arresti

Nella giornata del 5 aprile sono state denunciate in stato di libertà altre due persone. La prima, in via San Francesco alla Rena, nei pressi dell’ingresso del mercato ittico, è stata fermata mentre tentava la fuga a bordo di un’auto rubata poco prima. La seconda, in via Vito Lonero, è stata sottoposta a controllo e trovata in possesso di apparecchiature atte ad intercettare od impedire comunicazioni o conversazioni telefoniche, celate all’interno del veicolo di cui era alla guida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

Torna su
BariToday è in caricamento