Cronaca Palese - Macchie / Viale Enzo Ferrari

Fermato in aeroporto con la 'droga dello sciamano': in manette un passeggero proveniente dal Perù

Si tratta di un cittadino lituano, che stava per imbarcarsi sul volo per Vilnius. La bevanda è listata tra le droghe più potenti al mondo

Stava per ripartire alla volta di Vilnius con una sostanza psicotropa, la cosiddetta 'droga dello sciamano'. I finanzieri del Gruppo Bari e i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli hanno però scoperto le intenzioni di un lituano, atterrato all'aeroporto di Bari dal Perù. Durante i controlli di routine sono stati ritrovati i circa 1800 grammi di Ayahuasca, sostanza contenente “Dimetiltriptamina" - anche detta “DMT” -, inserita nel Testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e considerata tra le più pericolose al mondo.

La bevanda, dal colore tendente al marrone chiaro, dagli effetti devastanti sulla psiche e che ha già provocato molti decessi tra coloro che ne hanno fatto uso. Nei Paesi del Sud America è però legale, perché legata ad un culto sciamanico  - "può causare visioni e percezioni del mondo abitato dagli spiriti degli antenati”, spiegano i finanzieri - e la sua recente esportazione sta diventando un business importante.

Per il lituano sono così scattate subito le manette ed è stato portato in carcere a Bari, mentre la sostanza è stata sequestrata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato in aeroporto con la 'droga dello sciamano': in manette un passeggero proveniente dal Perù

BariToday è in caricamento