Cronaca

"Continue richieste di denaro e maltrattamenti ai genitori per comprarsi la cocaina": in manette un 20enne di Terlizzi

Nell'abitazione del giovane tossicodipendente sono intervenuti i carabinieri, che lo hanno trovato a brandire un coltello. Sarà inserito in un programma di recupero

Estorsione, maltrattamenti in famiglia, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Questi i reati contestati a un ventenne di Terlizzi, arrestato nella serata di ieri in flagranza di reato da carabinieri della locale Stazione.
I militari sono intervenuti dopo la telefonata al 112 dei genitori del giovane, esasperati dalle continue richieste di denaro e dalle violenze fisiche e verbali compiute dal  figlio tossicodipendente per procurarsi quotidianamente la cocaina. Una situazione che aveva creato un clima di terrore tra le mura domestiche. Sul posto è intervenuta immediatamente una pattuglia che, rendendosi conto della gravità della situazione, ha cercato in un primo momento di ricondurre alla calma il giovane. Quest'ultimo aveva in mano un coltello, con il quale minacciava la madre di morte. Immediata la reazione dei militari, che lo hanno prima immobilizzato e poi tratto in arresto. 
L’episodio risulta essere l’ultimo, in ordine di tempo, di una serie di fatti analoghi avvenuti anche nei giorni precedenti. Il 20enne, a seguito dell’arresto, è stato portato nel carcere di Trani e i coltelli in suo possesso sono stati sequestrati. Su decisione dell'Autorità giudiziaria, sarà inserito in un programma di recupero.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Continue richieste di denaro e maltrattamenti ai genitori per comprarsi la cocaina": in manette un 20enne di Terlizzi

BariToday è in caricamento