menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arriva in Puglia il Frecciarossa: viaggio speciale da Bari a Barletta

Presentazione ufficiale dei collegamenti tra il capoluogo pugliese e Milano, attivi dal 20 settembre. L'utilizzo del nuovo gioiello di Trenitalia, intitolato al grande velocista Pietro Mennea, accorcerà i tempo di percorrenza da e per il capoluogo lombardo, raggiungibile in 6 ore e 30 minuti circa

E' arrivato anche a Bari, per la prima volta, il treno Frecciarossa 500. Ieri pomeriggio si è svolta, nella stazione di Bari, la presentazione ufficiale dei due collegamenti giornalieri, a partire dal 20 settembre, tra il capoluogo pugliese e Milano, con l'introduzione dell'ultimissimo gioiello a disposizione di Trenitalia, realizzato dal consorzio Ansaldo Breda-Bombardier. Per l'occasione, sul treno intitolato al grande velocista barlettano Pietro Mennea, è stato organizzato un viaggio speciale da Bari verso la città della Disfida. A bordo, tra gli altri, anche l'ad del Gruppo Fs Italiane, Michele Mario Elia. 

Il Frecciarossa 1000 permetterà di tagliare, di circa un'ora e mezza, i tempi di percorrenza verso il capoluogo lombardo, riducendolo a circa 6 ore e 30, con fermate intermedie a Foggia, Pescara, Ancona, Rimini, Bologna Centrale e Reggio Emilia, utilizzando l'Alta Velocità nell'ultimo tratto. Altissimo il comfort nei vagoni, con quattro livelli di servizio: Executive, Business, Premium e Standard. A disposizione anche una sala meeting dotata di 6 poltrone e monitor 32' per briefing e incontri di lavoro.

Qualche polemica ha però accompagnato la presentazione, in particolare riguardo la mancata fermata a Barletta (città natale di Pietro Mennea) e dello stop dei treni a Bari, 'dimenticando' Lecce e il Salento: "Il treno - ha risposto l'ad del Gruppo Fs, Elia - è impostato su Bari, perchè il costo del treno non ci consente di arrivare al Lecce. Cosi riusciamo a stare nel servizio, ed è la prima fase di una che può diventare più significativa fino a Lecce, perché noi - ha spiegato - stiamo lavorando alla velocizzazione dell'Adriatica e alla velocizzazione della Bari-Lecce. Questo ci consente di recuperare quei tempi di percorrenza in modo da riuscire a stare in quel range di tempo che ci consente di non avere costi aggiuntivi. E' un treno nuovo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento