Nel porto di Bari la nave Rhapsody giunta dalla Sicilia: a bordo 805 migranti

L'attracco questa mattina alla banchina 12: Bari, secondo quanto riferito nei giorni scorsi da sindaco e Prefettura, rappresenta uno scalo tecnico. I migranti dovrebbero essere trasferiti verso altre destinazioni

E' arrivata questa mattina, nel porto di Bari, la nave Rhapsody in arrivo dalla Sicilia, con circa 800 migranti a bordo. L'attracco in città,come chiarito nei giorni scorsi dal sindaco Decaro e dalla Prefettura, dovrebbe rappresentare solo uno scalo tecnico, per cui le persone a bordo - "che hanno ultimato il periodo di quarantena" - dovrebbero essere trasferite in diverse destinazioni in Italia. 

Secondo quanto si apprende, i migranti a bordo sono 805, provenienti da Tunisia, Marocco, Bangladesh, Egitto e Pakistan. I minori non accompagnati - secondo prime informazioni circa un centinaio -  saranno accompagnati in centro accoglienza dedicato a Brindisi.

Nei giorni scorsi, la Prefettura ha reso noto che "tutti i cittadini stranieri durante la permanenza a bordo sono stati già sottoposti ai necessari screening sanitari e indagini epidemiologiche da cui è emersa la loro negatività al Covid – 19". In particolare, secondo quanto si apprende oggi, dei passeggeri, 500 hanno già fatto secondo tampone, mentre il primo era già stato eseguito all'arrivo in Sicilia dove sono stati comunque sottoposti a 2 settimane di quarantena. In mattinata, concluse le operazioni sanitarie, la Questura procederà all'identificazione e alle altre pratiche riguardanti l'immigrazione. Al momento, secondo prime informazioni raccolte, nessuno è munito di foglio di via.

Le procedure di fotosegnalazione e riconoscimento avvengono a bordo, così come il trasferimento negli autobus per i successivi spostamenti previsti. Sulla banchina 12, dove la nave ha attraccato, sono dispiegate le forze dell'ordine per garantire lo svolgimento in sicurezza delle operazioni.

La Lega: "Nessuna chiarezza, non sappiamo quale sarà la loro destinazione"

"La vera notizia è che non abbiamo informazioni o comunicazioni ufficiali - attacca il consigliere della Lega Fabio Romito - Ieri ho chiesto al sindaco espressamente la destinazione e ci ha detto che sarebbe stato uno scalo tecnico. Da informazioni raccolte da me in via informale non sembra sia cosi. Ad oggi non sappiamo, al nettto dei minori e al netto di circa 100 che saranno portati nei loro paesi. Non abbiamo alcun tipo di informazione. È una mancanza di trasparenza inaudita".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

*Ultimo aggiornamento ore 13.19

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo Dpcm già oggi? Per fermare il contagio covid in arrivo il coprifuoco alle 22

  • Formiche volanti: come scongiurare l'invasione in casa

  • Fermare l'aumento dei contagi ed evitare il lockdown, oggi il nuovo dpcm: verso coprifuoco alle 22 e orari scaglionati per le scuole

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Donna trovata senza vita a Bari: morta dissanguata, in casa c'erano compagno e figlia

  • Zone rosse anti movida, Decaro attacca il governo e il nuovo Dpcm: "Inaccettabile scaricare responsabilità sui sindaci"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento