rotate-mobile
Cronaca

Assalti armati a furgoni portavalori: individuata banda, cinque in carcere

Nei giorni scorsi il fermo, quindi l'ordinanza di custodia cautelare: sarebbero responsabili di rapine commesse sulle autostrade pugliesi

Avrebbero costituito un gruppo criminale dedito alle rapine ai danni di furgoni portavalori e alla ricettazione dei beni trafugati. Dopo i fermi dello scorso 31 marzo, i poliziotti del Compartimento Polizia Stradale Puglia di Bari e delle Sottosezioni Autostradali di Bari sud e Trani, unitamente agli agenti del  Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, hanno eseguito venerdì cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere, nei confronti dei presunti componenti della banda, ritenuti responsabili di associazione per delinquere aggravata.

>> I NOMI DEGLI ARRESTATI <<

>> LE INTERCETTAZIONI: "LUNEDI' DOBBIAMO STARE TUTTI" <<

L'assalto a Canosa, le indagini e il 'covo' della banda

Le indagini erano state avviate dopo un colpo avvenuto lo scorso 20 novembre sull'A14, all'altezza di Canosa: in quell'occasione, una decina di persone, travisate con passamontagna, assaltarono un furgone sparando numerosi colpi d'arma da fuoco, impossessandosi di valori e altri oggetti. Nel corso del blitz di fine marzo, gli agenti avevano rinvenuto, in un ex vivaio di Stornarella, nel Foggiano, un vero e proprio deposito con auto e mezzi pesanti risultati rubati, tra cui una pala meccanica. Nel capannone anche armi da fuoco, anche da guerra, e relativo munizionamento, ma anche giubbotti antiproiettile e utensili per forzare i veicoli portavalori. Rinvenute anche piante di marijuana in infiorescenza ed essiccazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalti armati a furgoni portavalori: individuata banda, cinque in carcere

BariToday è in caricamento