Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Giro di assegni falsi da 50mila euro, tre arresti ad Altamura

In manette un 59enne romano e due imprenditori. Sono stati sorpresi da un carabiniere in un'area di servizio mentre si scambiavano gli assegni. La Procura di Bari ha aperto un'indagine

carabinieri

Per la consegna si erano dati appuntamento in una stazione di servizio di Altamura, ma lo scambio dell'involucro, che a prima vista avrebbe potuto contenere droga, non è sfuggito ad un carabiniere libero dal servizio che ha deciso di avvertire i suoi colleghi.

Così prima che potessero allontanarsi, i tre uomini sono stati fermati da una pattuglia e perquisiti. In quel pacchetto, però, non c'era droga, bensì quattro assegni del valore di 50mila euro ciascuno. Titoli risultati falsi, ma riconducibili ad un blocchetto di 80 assegni che una banca di Genova aveva spedito nel 2010, con un corriere, alla sua filiale di Bari. I tre uomini sono finiti in manette con l'accusa di riciclaggio e ricettazione:  si tratta di un 59enne residente in Svizzera, ma originario di Roma, e di due imprenditori della provincia di Bologna.

I Carabinieri e la Procura della Repubblica di Bari - che coordina l'inchiesta - indagano per stabilire perché i tre sono passati da Matera prima di spostarsi verso Altamura e a che cosa servissero i quattro assegni. Dei tre arrestati, l'uomo residente in Svizzera ha precedenti per reati contro il patrimonio; uno dei due imprenditori ha precedenti per furto e falso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro di assegni falsi da 50mila euro, tre arresti ad Altamura

BariToday è in caricamento