rotate-mobile
Cronaca

Aggredita assistente sociale del Municipio V di Bari, gli operatori: "Lavoriamo in contesto ad alto rischio"

"Bisogna - sottolinea la presidente Croas Puglia - prevenire i fatti di cronaca e guardare con maggiore attenzione e consapevolezza alle condizioni del sistema dei servizi sociali e socio-sanitari"

Dapprima avrebbe preteso un servizio che non poteva essere erogato in quel momento, quindi avrebbe aggredito un'assistente sociale per poi ripresentarsi con un martello per sfondare la vetrina dei locali: è quant4o accaduto attorno a Ferragosto negli uffici del Municipio V a Bari. 

Una situazione che sarebbe potuta degenerare se non fossero intervenuti alcuni operatori comunali che erano sul posto, anche perchè non vi era un servizio d'ordine adeguato a causa del periodo, in pieni giorni di ferie.

L'episodio è stato denunciato dal Croas Puglia, il Consiglio regionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali: Ci chiediamo quando è come potrà finire? - dice la presidente Milena Matera - . I dati presentati dalla comunità professionale circa le aggressioni, segnalano l’ampia diffusione del fenomeno e le connessioni legate alle condizioni di crescente precarietà delle politiche sociali. A nome di tutto il mondo del welfare esprimo solidarietà e vicinanza alla collega aggredita condannando fermamente ogni episodio di sopruso nei confronti di chi è impegnato nell’esercizio del proprio lavoro".

"Durante il periodo estivo - sottolinea la presidente - il contesto istituzionale in cui si opera a volte presenta fattori di vulnerabilità che accrescono l’alto rischio di aggressività. Gli accaduti sembrano spingere in due direzioni: è importante prendersi cura di chi subisce violenza, dare risposte efficaci alle richieste d’aiuto provenienti da fasce sempre più ampie della popolazione, ma è ancora più impellente prevenire i fatti di cronaca e guardare con maggiore attenzione e consapevolezza alle condizioni del sistema dei servizi sociali e socio-sanitari, per agire collettivamente verso un miglioramento delle politiche a sostegno dei diritti di cittadinanza sociale".

Matera, inoltre, ricorda come più volte l’Ordine ha richiesto il potenziamento dei Servizi Sociali attraverso nuove assunzioni e la stabilizzazione degli assistenti sociali, garantendo così continuità di presenza e di aiuto a chi ne ha bisogno: "E’ ancora allarmante - sostiene la presidente pugliese - il dato rispetto all’organico del servizio che registra ancora inadeguatezze rispetto al lavoro da svolgere e alle risorse presenti. Per questo è necessario intervenire con solerzia anche su questo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredita assistente sociale del Municipio V di Bari, gli operatori: "Lavoriamo in contesto ad alto rischio"

BariToday è in caricamento