menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Niente peculato o rivelazione del segreto d'ufficio": assolto il colonnello della guardia di finanza Paglino

L'uomo è stato comunque condannato dal Tribunale a sei mesi di reclusione (pena sospesa) per un altro episodio di rivelazione del segreto d'ufficio. Prescritte le due accuse di molestia

Assolto perché "il fatto non sussiste". La sentenza del Tribunale di Bari scagiona dalla accuse di peculato e rivelazione del segreto d'ufficio il colonello della Guardia di finanza Salvatore Paglino.

Nel 2010 Il finanziere fu arrestato  e sottoposto per due mesi ai domiciliari. Gli era contestato il presunto utilizzo a fini privati di telefono e auto di servizio, oltre all'aver fatto riferimento a notizie riservate fornite a tre giornaliste su indagini delle procure di Bari e Trani su escort, sanità e carte di credito American Express revolving. Paglino è stato comunque condannato a sei mesi di reclusione per un altro episodio di rivelazione del segreto d'ufficio, ma la pena è stata sospesa e il reato non figurerà nel suo casellario giudiziario. L'uomo fu anche accusato dalle giornaliste e da una escort - testimone nel processo escort - di molestie, reato finito in prescrizione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lolita Lobosco, Bari in tv è bellissima ma sui social piovono critiche:"Quell'accento una forzatura, noi non parliamo così"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento