rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Noicàttaro

Vuole imporre assunzioni all'azienda di raccolta rifiuti e aggredisce il responsabile: in manette pregiudicato 48enne

I fatti a Noicattaro: in carcere, con l'accusa di tentata estorsione e lesioni aggravate, è finito Giuseppe Annoscia, detto 'scuppid': dietro le intimidazioni e le violenze, ci sarebbe stato il tentativo di imporre all'azienda lavoratori da lui indicati

Dalle intimidazioni all'aggressione di un responsabile, per riuscire ad imporre all'azienda di raccolta rifiuti l'assunzione di lavoratori da lui indicati. Con le accuse di tentata estorsione e lesioni aggravate  è finito in manette a Noicattaro Giuseppe Annoscia, 48 anni, detto 'scuppid', pregiudicato del luogo. 

I carabinieri della stazione di Noicattaro hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Bari su proposta del pm Marcello Barbanente che ha coordinato le indagini svolte dall’Arma. 

L’attività è stata avviata a seguito di un aggressione avvenuta il 18 luglio 2020 quando il 48nne - come poi accertato dagli inquirenti - avrebbe aggredito il responsabile d’area della azienda Teknoservice srl che si occupa della raccolta rifiuti nel comune di Noicattaro. Le indagini hanno anche permesso di verificare numerosi precedenti tentativi di intimidazione attribuiti sempre al 48enne, il cui scopo, successivamente ben chiarito, sarebbe stato quello di imporre all’azienda l’assunzione di persone da lui indicate. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vuole imporre assunzioni all'azienda di raccolta rifiuti e aggredisce il responsabile: in manette pregiudicato 48enne

BariToday è in caricamento