rotate-mobile
Cronaca

Attacco hacker a mail e PEC degli avvocati, casi anche a Bari. L'Ordine: "Violate le password"

Anonymous attacca le mail e le PEC degli avvocati italiani. Disagi anche tra gli appartenenti al foro barese, nelle prossime ore, tuttavia, la situazione dovrebbe tornare alla normalità

Dal pomeriggio del 7 maggio migliaia di avvocati italiani sono alle prese con dei problemi di accesso alle proprie mail e PEC a causa di un attacco hacker che porterebbe la firma di Anonymous. L'attacco interesserebbe oltre 150mila PEC, legalmail e inforcert, ora al vaglio della polizia postale.

Secondo quanto riportato in un comunicato dal presidente dell'Ordine degli Avvocati di Bari Giovanni Stefanì e dalla responsabile della protezione dati Adriana Augenti i pirati informatici avrebbero violato i server di uno dei gestori PEC più diffusi tra gli avvocati reperendo le user id e le password di primo accesso (le password ricevute dal gestore stesso, che andrebbero modificate dopo il primo accesso). Disagi sarebbero stati riscontrati anche da alcuni avvocati del foro barese.

Le caselle di posta sono temporaneamente bloccate per le verifiche delle anomalie, sebbene il gestore interessato già da alcune ore abbia comunicato che dovrebbe tornare tutto alla normalità in poco tempo, in modo da limitare i disagi e garantire a quegli avvocati che avevano atti in scadenza la loro collaborazione per la rimessione in termini.

La polizia postale sta indagando sulla natura dell'attacco che non è ancora chiara. L'Ordine degli Avvocati raccomanda ai suoi iscritti di modificare le password al più presto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attacco hacker a mail e PEC degli avvocati, casi anche a Bari. L'Ordine: "Violate le password"

BariToday è in caricamento