Cronaca

Attentato incendiario a Grumo, nel mirino lo studio di un avvocato

Nella notte tra sabato e domenica qualcuno ha tentato di dare fuoco alla porta di ingresso dell'abitazione dell'avvocato Nicola Giancaspro, in passato assessore comunale

Si allunga la serie di episodi di violenza ai danni di avvocati baresi. Dopo le bombe carta esplose venerdì scorso in pieno centro, nell'androne del palazzo che ospita lo studio dei noti penalisti Mario e Carlo Russo Frattasi, nella notte tra sabato e domenica un nuovo attentato incendiario ai danni di un legale si è verificato a Grumo Appula. A riportare la notizia è l'edizione odierna della Gazzetta del Mezzogiorno. Nel mirino dei piromani l'abitazione dell'avvocato Nicola Francesco Giancaspro, assessore comunale al Contenzioso fino al 2010. Intorno alle cinque, qualcuno ha cercato di dare fuoco al portone di ingresso della casa cospargendolo di liquido infiammabile e appiccando le fiamme. L'incendio non ha fortunatamente provocato molti danni grazie all'intervento di un vigilante dell'Ivri che si è accorto di quanto stava accadendo e ha dato l'allarme, aiutando il padrone di casa a domare le fiamme. Sull'episodio ora indagano i carabinieri di Grumo e Modugno, che hanno anche acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza alla ricerca di indizi utili.

A Bari intanto proseguono le indagini sull'attentato dinamitardo ai danni dello studio legale Russo Frattasi in via Putignani. Alcuni testimoni avrebbero raccontato di aver visto due persone a bordo di uno scooter, con i volti coperti da caschi integrali, dileguarsi lungo via Putignani subito dopo l'esplosione. Per quanto riguarda il movente, gli investigatori ritengono si sia trattato di un gesto a scopo intimidatorio. Gli avvocati Russo Frattasi, dal canto loro, hanno riferito di non aver mai ricevuto minacce o intimidazioni di altro genere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato incendiario a Grumo, nel mirino lo studio di un avvocato

BariToday è in caricamento