Attentato terroristico a Nizza, il dolore della Comunità islamica pugliese: "Attacco vile e cieco"

Sharif Lorenzini: "Tutto questo non ha a che fare con la religione, né ha nulla di umano. I nemici della pace nel mondo sono tornati a colpire con violenza. E' una giornata di lutto per tutti"

 "Oggi è un giorno di lutto e dolore per il mondo intero ed in particolare per tutti noi musulmani”. La comunità islamica pugliese esprime il proprio cordoglio per l'attentato terroristico di Nizza di ieri sera, quando, durante i festeggiamenti per la Festa nazionale francese del 14 luglio, un camion ha corso all'impazzata sul lungomare schiacciando e uccidendo 84 persone, ferendone 100: "Questi ennesimi atti terroristici avvenuti ieri sera nella città di Nizza, di cui l'origine è ancora ignota - ha commentato Sharif Lorenzini, presidente della Comunità Islamica d'Italia (CIDI) e Portavoce del Consiglio Islamico Supremo dei Musulmani in Italia (CISMI) - testimoniano che i nemici della pace nel mondo sono tornati a colpire con grande violenza. In queste ore il nostro pensiero e quello di milioni di credenti musulmani è rivolto ai familiari delle vittime e ai feriti del vile, cieco ed assurdo attacco terroristico che mira ad innescare la scintilla della divisione sociale e di una guerra tra popoli che convivono da secoli pacificamente con stima e rispetto reciproci, usando mezzi sempre più spietati", condannando ogni atto di violenza.

La Comunità islamica lancia un appello alla comunità: “Rinnoviamo il nostro umile invito ai governatori di Francia e d'Europa nonché a tutti i concittadini del nostro Paese di agire con calma, ragionevolezza e unità d'intenti. Non bisogna affrettarsi nelle conclusioni attribuendo all'attentato e a i suoi responsabili le solite etichette xenofobe di natura ‘islamofoba’ perché, in questo modo, non si fa altro che promuovere la politica del terrore architettata dai nemici della libertà. Siamo consapevoli e certi che quanto sta accadendo nelle nostre terre e alle nostre vite non ha nulla a che fare con la religione, né ha nulla di umano”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche in questa occasione la Comunità Islamica è pronta a collaborare per porre fine al terrore: “Offriamo la massima disponibilità al governo francese - aggiunge Lorenzini - solo in questo modo potremo costruire la protezione della nostra società e civiltà e sopprimere il seme dell’odio che mani celate cercano incessantemente di infondere nelle nostre società pacifiche, ignare dei disegni diabolici che tentano di minare la nostra serenità, prosperità e coesione sociale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo Dpcm già oggi? Per fermare il contagio covid in arrivo il coprifuoco alle 22

  • Formiche volanti: come scongiurare l'invasione in casa

  • Fermare l'aumento dei contagi ed evitare il lockdown, oggi il nuovo dpcm: verso coprifuoco alle 22 e orari scaglionati per le scuole

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Donna trovata senza vita a Bari: morta dissanguata, in casa c'erano compagno e figlia

  • Zone rosse anti movida, Decaro attacca il governo e il nuovo Dpcm: "Inaccettabile scaricare responsabilità sui sindaci"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento