Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Attentato terroristico a Nizza, il dolore della Comunità islamica pugliese: "Attacco vile e cieco"

Sharif Lorenzini: "Tutto questo non ha a che fare con la religione, né ha nulla di umano. I nemici della pace nel mondo sono tornati a colpire con violenza. E' una giornata di lutto per tutti"

 "Oggi è un giorno di lutto e dolore per il mondo intero ed in particolare per tutti noi musulmani”. La comunità islamica pugliese esprime il proprio cordoglio per l'attentato terroristico di Nizza di ieri sera, quando, durante i festeggiamenti per la Festa nazionale francese del 14 luglio, un camion ha corso all'impazzata sul lungomare schiacciando e uccidendo 84 persone, ferendone 100: "Questi ennesimi atti terroristici avvenuti ieri sera nella città di Nizza, di cui l'origine è ancora ignota - ha commentato Sharif Lorenzini, presidente della Comunità Islamica d'Italia (CIDI) e Portavoce del Consiglio Islamico Supremo dei Musulmani in Italia (CISMI) - testimoniano che i nemici della pace nel mondo sono tornati a colpire con grande violenza. In queste ore il nostro pensiero e quello di milioni di credenti musulmani è rivolto ai familiari delle vittime e ai feriti del vile, cieco ed assurdo attacco terroristico che mira ad innescare la scintilla della divisione sociale e di una guerra tra popoli che convivono da secoli pacificamente con stima e rispetto reciproci, usando mezzi sempre più spietati", condannando ogni atto di violenza.

La Comunità islamica lancia un appello alla comunità: “Rinnoviamo il nostro umile invito ai governatori di Francia e d'Europa nonché a tutti i concittadini del nostro Paese di agire con calma, ragionevolezza e unità d'intenti. Non bisogna affrettarsi nelle conclusioni attribuendo all'attentato e a i suoi responsabili le solite etichette xenofobe di natura ‘islamofoba’ perché, in questo modo, non si fa altro che promuovere la politica del terrore architettata dai nemici della libertà. Siamo consapevoli e certi che quanto sta accadendo nelle nostre terre e alle nostre vite non ha nulla a che fare con la religione, né ha nulla di umano”. 

Anche in questa occasione la Comunità Islamica è pronta a collaborare per porre fine al terrore: “Offriamo la massima disponibilità al governo francese - aggiunge Lorenzini - solo in questo modo potremo costruire la protezione della nostra società e civiltà e sopprimere il seme dell’odio che mani celate cercano incessantemente di infondere nelle nostre società pacifiche, ignare dei disegni diabolici che tentano di minare la nostra serenità, prosperità e coesione sociale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato terroristico a Nizza, il dolore della Comunità islamica pugliese: "Attacco vile e cieco"

BariToday è in caricamento