Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Atto intimidatorio a Toritto, incendiata l'auto del presidente del consiglio comunale

Data alle fiamme nella notte l'auto di Fabrizio Mongelli (Pd), a pochi giorni dall'incendio doloso che ha danneggiato l'abitazione estiva del sindaco Michele Geronimo

Due atti intimidatori nel giro di pochi giorni a Toritto. Prima l'incendio doloso nell'abitazione estiva del sindaco Michele Geronimo. Poi, la notte scorsa, l'incendio dell'auto di Fabrizio Mongelli, presidente del Consiglio comunale e segretario  del Pd cittadino. Due episodi avvenuti a distanza di tempo così ravvicinata che, denuncia il coordinamento provinciale del Pd in una nota "non lascia dubbi sulla matrice politica degli eventi e sul livello di emergenza ormai raggiunto".

"Questi gesti, - scrive Libera Bari stigmatizzando l'accaduto - come quello di pochi giorni fa consumato a Bitonto ai danni del Capo dell'Ufficio tecnico del Comune, esasperano il senso d'insicurezza delle comunità che si trovano a subirle. Oltre a palesare una tracotanza violenta tipica di chi è convinto di poter occupare gli spazi a danno della collettività". "Il Coordinamento Libera Bari non solo condanna gli autori ed i moventi, ma chiede a tutta la comunità di Toritto di fare quadrato, di rompere il silenzio e di riprendersi ciò che le appartiene: luoghi, tempi, strade, piazze".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atto intimidatorio a Toritto, incendiata l'auto del presidente del consiglio comunale

BariToday è in caricamento