Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Auditorium Rota: una priorità che significa sinergia

In mattinata presso l'Auditorium Nino Rota, attualmente in fase di ristrutturazione, c'è stato un sopralluogo che ha visto Regione e Provincia fianco a fianco per un obiettivo comune: la riapertura

Tre forze in campo, un obiettivo comune: è stato questo lo spirito espresso in mattinata presso l'Auditorium Nino Rota di Bari dal presidente della Provincia Francesco Schittulli, dall'assessore regionale alla Qualità del Territorio Angela Barbanente e dal vicepresidente della Provincia con delega alla Cultura Nuccio Altieri. L'auditorium, ormai in disuso dal 1991, vede al suo interno dei lavori di ristrutturazione in corso d'opera dallo scorso febbraio che permetteranno fra qualche tempo di riavere a disposizione uno dei pezzi storici della musica sinfonica nostrana. Stando a quanto emerso questa mattina, infatti, entro il 2012 i lavori saranno completati, sebbene la riapertura del 'Rota' era stata paventata dallo stesso Altieri per il 31 dicembre 2011. Nonostante lo slittamento, però, grande soddisfazione hanno espresso i tre rappresentanti istituzionali giunti presso l'auditorium per un sopralluogo. Schittulli, Barbanente e Altieri, infatti, si sono detti soddisfatti per il buon andamento dei lavori e convinti per un lavoro sinergico mirato ad un obiettivo comune: la riapertura del luogo. "La Provincia - ha detto Schittulli - ha un minimo comune denominatore assieme agli altri enti: mirare al bene comune per cui l'impegno per il recupero e la riapertura dell'auditorium è davvero forte. Anche la disponibilità del sindaco Emiliano in tal senso dimostra che è possibile smussare gli angoli e lavorare sinergicamente. Per questo dobbiamo e possiamo farcela. La burocrazia rallenta un po' il tutto ma è nostra intenzione seguitare per raggiungere tale obiettivo". La burocrazia alla quale fa riferimento Schittulli è la difficolta nello sblocco dei fondi: dei 2,8 milioni necessari per i lavori, infatti, ancora nessun compenso è stato messo a disposizione della ditta operante nella ristrutturazione, nonostante il completamento dell'opera sia arrivato a metà. A giorni, comunque, come precisato dall'assessore Barbanente, una prima parte di tali fondi verrà reperita, presumibilmente un 20-30% della somma totale. Oltre a ciò, l'assessore Barbanente ha anche dichiarato: "Lavoriamo in sinergia con Comune e Provincia nonostante le impellenti difficoltà, dovute soprattutto al patto di stabilità: abbiamo, infatti, riacciuffato alcuni fondi FAS ma dobbiamo stare attenti a non sfondare il patto di stabilità. Questo, infatti, significherebbe porre fine ai lavori per il recupero dell'auditorium e non solo. Noi, ovviamente, non vogliamo che ciò accada perchè per noi l'auditorium Rota è una priorità. Siamo in dirittura d'arrivo e l'impegno degli enti che lavorano gomito a gomito per questo obiettivo è costante e non diminuirà". Stesso concetto espresso dal vicepresidente della Provincia Altieri: "Ringrazio l'assessore Barbanente il cui lavoro nell'estate 2010 ha permesso il recupero del contributo necessario per riaprire questo cantiere lo scorso febbraio. Da allora, i lavori continuano e non si sono mai fermati: oggi sono presenti il palco e il retropalco che nello scorso sopralluogo non c'erano, la copertura è stata rifatta così come sono stati completati gli interventi infrastrutturali. Vogliamo che queste operazioni proseguino fino all'apertura perchè questa struttura è fondamentale in quanto se non vi sono infrastrutture non vi è cultura. Credo - ha seguitato Altieri - che questa struttura non sia seconda nemmeno al Petruzzelli in quanto è la storia della musica sinfonica e servirà a dare una certa completezza alla nostra città. Mi piace sottolineare - ha chiuso Altieri - che questo auditorium è una priorità per Provincia, Regione e Comune: rimettendolo in piedi, infatti, ci stiamo allenando per la maratona che vedrà la nostra città candidata per la Capitale Europea della Cultura nel 2019. E sappiamo tutti che allenarsi, di certo, non fa male..."

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auditorium Rota: una priorità che significa sinergia

BariToday è in caricamento