Cronaca

All'Università un'aula intitolata Carlo De Trizio, il carabiniere ucciso in un attentato in Iraq

Questa mattina la cerimonia con l'apposizione di una targa commemorativa dedicata al Maresciallo dell'Arma, originario di Bisceglie, scomparso il 27 aprile del 2006, quando un ordigno colpì uno dei mezzi di un'autocolonna dei carabinieri della MSU a Nassiriya

Si è tenuta questa mattina all'Università di Bari la cerimonia per l'intitolazione di un'aula a Carlo De Trizio, maresciallo aiutante dei carabinieri, rimasto ucciso in un attentato in Iraq il 27 aprile del 2006, in seguito all’esplosione di un ordigno improvvisato che colpì uno dei mezzi di un’autocolonna dei carabinieri della MSU (Multinational Specialized Unit) nei pressi di Nassiriya.

Alla cerimonia, svoltasi presso l’ex Palazzo delle Poste, hanno preso parte il Rettore, Prof. Antonio Felice Uricchio, e il Comandante della Legione Carabinieri Puglia, Generale di Brigata Claudio Vincelli.

De Trizio, 37 anni, originario di Bisceglie, rimase ucciso insieme ad altri quattro militari. In patria era effettivo al Nucleo Radiomobile di Roma. Conoscitore di lingua araba, era alla sua seconda missione in Iraq, ed era giunto a Nassiriya appena due settimane prima dell’attentato.

"L’intitolazione dell’aula a chi ha dato la vita per difendere ideali di giustizia e libertà, anche a favore di popoli lontani, - dice una nota dei Carabinieri che dà notizia della cerimonia - assume un forte significato simbolico in un luogo di formazione per eccellenza qual è l’Università, dove migliaia di giovani quotidianamente si impegnano nella ricerca del loro futuro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

All'Università un'aula intitolata Carlo De Trizio, il carabiniere ucciso in un attentato in Iraq

BariToday è in caricamento