Aumenta l'export "made in Puglia" degli integratori alimentari. Visto Fda per Forza Vitale.

Forza Vitale riceve l' "OK" dalla Food and Drug Administration (FDA). Ancora più protagonisti negli Stati Uniti d'America

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

L'azienda coratina soddisfa tutti i requisiti esclusivi dell'Ente del Governo USA che regolamenta l'import oltreoceano di alimenti, farmaci e integratori. E' nota agli addetti ai lavori con la sigla FDA. Si tratta della Food and Drug Administration, l'ente governativo statunitense dipendente dal Dipartimento della Salute che controlla l'ingresso sul mercato U.S.A. di farmaci, integratori, alimenti e attrezzature mediche. La scorsa settimana un ispettore dell'agenzia arrivato dalla sede di New York, è stato a Corato per il "test" a Forza Vitale, azienda che produce e commercializza integratori alimentari estratti da piante officinali. Positivo l'esito: soddisfatti tutti i requisiti richiesti. "Superare il test FDA" - ha dichiarato il Dott. Vito Cannillo, amministratore della società - "significa aprirsi ulteriormente al mercato americano, il più grande a livello internazionale, con una forte crescita della richiesta di prodotti naturali. Sono ovviamente più che soddisfatto!". L'FDA prevede sia valutazioni ex-ante (prima della messa sul mercato) che il monitoraggio post-commercializzazione. Il controllo effettuato a Forza Vitale rientrava in questa seconda tipologia, essendo l'azienda già presente negli States. La verifica ha riguardato controlli approfonditi sulla qualità delle materie prime utilizzate, sui processi di produzione, sui sistemi informatici e sui modelli organizzativi e di vendita. "La nostra soddisfazione" - ha proseguito Cannillo - "è motivata dall'esser riusciti a rispettare i requisiti americani, molto più stringenti rispetto a quelli europei. Si tratta, tengo a dirlo, di un traguardo complesso da raggiungere che viene da lontano dovuto a scelte e indirizzi precisi. Vedi l'esistenza in azienda di un laboratorio di qualità autonomo e con apparecchiature all'avanguardia per il settore e la costante attività di ricerca. Senza dimenticare ovviamente lo staff che ha sempre assicurato standard elevati a tutti i nostri step, dentro e fuori l'azienda". Si aprono così per l'azienda coratina ulteriori canali e occasioni di sviluppo e presenza negli U.S.A. ma non solo. "Il visto ricevuto dall'ispettore americano FDA" - conclude Cannillo - "è una conferma per tutti i nostri clienti e distributori in Italia ed Europa che possono contare al 100% su sicurezza, efficacia e qualità dei nostri integratori già peraltro in possesso delle certificazioni Bio (ICEA) e GMP (Sgs). In più è un "segnale" che ho l'obbligo di trasmettere anche come delegato NIAF per la Regione Puglia (Fondazione Statunitense Italo - Americani): per competere sul mercato globale le nostre aziende hanno l'obbligo di investire sempre in aggiornamento, ricerca e innovazione. Si tratta indubbiamente di sforzi e investimenti importanti che i risultati saranno sicuramente poi in grado di ripagare".

Torna su
BariToday è in caricamento