Cronaca

Smontano auto rubata e tornano in furgone per recuperare i pezzi, ma trovano i carabinieri: arrestati

Tre pregiudicati arrestati ad Andria per riciclaggio. Il mezzo era stato rubato nella vicina Corato

Continuano i controlli sul territorio dei Carabinieri della Compagnia di Andria e nella tarda mattinata di ieri, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dei furti di auto, i militari dell’Aliquota Radiomobile hanno tratto in arresto tre noti pregiudicati L.G, 38enne, D.G. 35enne e A.C. 24enne, tutti di Andria.

Smontano un'auto rubata e tornano sul posto con un furgone per portar via i pezzi, ma sul posto, ad attenderli, trovano i carabinieri. Così sono finiti in manette, ad Andria, tre pregiudicati del luogo.

I militari di una pattuglia, nel corso di un servizio perlustrativo in zona Santa Maria dei Miracoli, hanno controllato un’autovettura proveniente dalla contrada Torricciola, con a bordo tre noti soggetti, con precedenti specifici nei furti e riciclaggio di auto rubate. La presenza dei tre in zona ha insospettito non poco i militari, i quali, perlustrando la zona, hanno ben presto rinvenuto, all’interno di un uliveto, un’autovettura, risultata oggetto di furto consumato nella vicina Corato , completamente smontata, i cui pezzi erano stati accuratamente accantonati e pronti per essere prelevati. 

Considerato che con ogni probabilità, di lì a poco, dopo aver smontato l’autovettura, i malviventi sarebbero tornati con un autocarro per il prelievo ed il trasporto delle parti di auto, i militari, supportati da altri rinforzi fatti sopraggiungere sul posto, si sono appostati in attesa tra gli ulivi.

I risultati non sono tardati ad arrivare, poiché qualche ora dopo, è arrivata sul tratturo che portava all’uliveto l’autovettura precedentemente controllata, con a bordo due dei tre arrestati, la quale precedeva un autocarro condotto dal terzo arrestato. Bloccata la marcia  all’interno dell’uliveto, tutti i soggetti, alla vista dei militari, hanno tentato di darsi alla fuga a piedi, ma sono stati subito bloccati e arrestati con l’accusa di riciclaggio, e sono finiti in carcere a Trani.

Le successive perquisizioni hanno consentito di rinvenire e sequestrare alcune centraline decodificate per autovetture, tre ricetrasmittenti e numerosi arnesi atti allo scasso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smontano auto rubata e tornano in furgone per recuperare i pezzi, ma trovano i carabinieri: arrestati

BariToday è in caricamento