menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Smontavano auto rubate per rivendere i pezzi: due arresti

Nell'ambito dell'operazione "Alto Impatto" sono scattate le manette ai polsi di Fedele Panebianco e Pio Monopoli. La loro "officina" era un capannone sulla statale 96, all'altezza di Modugno

Era una vera "fabbrica della ricettazione di auto" quella messa in piedi da Fedele Panebianco, 44enne di Bitonto, e Pio Monopoli, 22enne di Cerignola. All'interno di un capannone sulla statale 96, all'altezza di Modugno, i due smontavano veicoli rubati nell'hinterland barese per poi rivenderne i pezzi. Gli agenti li hanno sorpresi martedì scorso - 14 febbraio - mentre erano al lavoro su un Opel Astra, trafugata la sera prima a Terlizzi, a cui stavano rimuovendo gli sportelli, la tappezzeria interna ed il cruscotto. 

VIDEO - Il blitz della Polizia all'interno del capannone

Nell'ambito dell'operazione "Alto Impatto" sono così scattate le manette ai polsi di Panebianco e Monopoli , accusati di di riciclaggio e ricettazione, in concorso, di pezzi di autovetture. Per gli stessi reati è indagato anche un ucraino di 37 anni, sorpreso mentre stava raggiungendo il capannone a bordo di un autocarro . Alla vista degli agenti ha provato a scappare, ma è stato subito fermato e perquisito. Gli sono stati trovati addosso una ricetrasmittente e due telefoni cellulari. Successivi controlli hanno permesso agli agenti di scoprire che era in rapporti con i due arrestati.

Gli oggetti sequestrati - All'interno del capannone gli agenti hanno sequestrato 11 propulsori di auto di differenti modelli, otto targhe - sia anteriori, che posteriori - di auto rubate nei due giorni precedenti, ruote, paraurti, portiere, autoradio, centraline di avviamento, telefoni cellulari, chiavi di accensione. Inoltre è stata ritrovata una cassetta che conteneva l'attrezzatura utilizzata per smontare i veicoli e altri arnesi per lo scasso. Gli agenti hanno anche individuato la carrozzeria svuotata di una Kia Sportage di colore bianco, il cui furto era stato denunciato quel giorno. Altre carrozzerie -  di una Golf serie 7 rubata a Cassano delle Murge il 12 febbraio e di  una Ford B-Max trafugata a Bitetto il 13 febbraio - erano state pressate e abbandonate all'interno del capannone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento